Sport / Basket

Commenta Stampa

Julie News Napoli, la parola al vice allenatore Francesco Cavaliere


Julie News Napoli, la parola al vice allenatore Francesco Cavaliere
16/12/2011, 15:12

Si avvicina l’ultimo match del 2011 e senza dubbio non ci sarebbe modo migliore di concludere l’anno con una vittoria. Nella quattordicesima giornata del campionato di Divisone Nazionale C, girone H, la Julie News Napoli cercherà di farsi questo regalo andando a giocarsi la penultima gara d’andata sul parquet del Pala Pippo Coppola: insomma, si prospetta un incontro dal sapore veramente particolare.

Per i giovani di coach Massaro, il fatturato delle ultime uscite ha fatto registrare il grandissimo trionfo sul campo sannita della capolista Magic Team e la sconfitta interna con la “coinquilina” Delta Salerno.

Parlando con il vice allenatore del team napoletano, Francesco Cavaliere, partiamo proprio dall’ultima partita con il Salerno: un’altra occasione sprecata, un po’ come le due gare con Catanzaro e Monopoli?

“Sicuramente è stato un vero peccato la sconfitta contro il Delta, ma vorrei mettere in risalto che siamo stati capaci per ben due volte di recuperare dal doppio svantaggio, arrivando fino al meno quattro contro una squadra che per l'esperienza e la qualità dei suoi giocatori meriterebbe più punti di quelli che ha conquistato sinora. Nelle partite giocate contro Monopoli e Catanzaro non facevo ancora parte dello staff, ma ho avuto modo di vederle dagli spalti. In queste due confronti, l'andamento è stato molto diverso rispetto a quella con Salerno, in quanto eravamo in vantaggio sino all’ultimo quarto e, solo nel finale, l’esperienza degli avversari ha avuto la meglio.”

Sembra quasi che la Julie News soffra il "mal di casa" - da quando si è trasferita al Polifunzionale non ha vinto ancora - e giochi meglio in trasferta: nostalgia del Pala Barbuto?

“In effetti, è vero che da quando siamo al Polifunzionale non abbiamo ancora avuto modo di vincere, ma non credo che soffriamo il ‘mal di casa’. Semplicemente, penso che in un campionato di qualità com'è quest'anno la DNC, e in particolar modo il nostro girone, nessuna gara può essere scontata. Anzi, in seguito alle esclusioni della Virtus Termoli e la Libertas Taranto dal torneo, direi che il livello è aumentato ancora di più verso l'alto e anche le ultime della classifica sono avversari da rispettare.”

Come si è allenata la squadra in questa settimana?

“La squadra si sta allenando con grande intensità, vogliosa di riscattarsi già nella sfida in programma domenica a Monte di Procida. Unica nota dolente è che Mangiapia e Tredici sono ancora fermi ai box.”

Prossimo impegno prevede appunto l'uscita a Monte di Procida, che avversaria vi aspetta?

“Monte di Procida è una squadra molto ostica, soprattutto in casa. Il roster è stato costruito per disputare senz’altro un campionato di alto livello e, anche con la cessione di Andrè, sono sicuramente un gruppo da stimare. Il team montese gioca molto in velocità e il loro punto di forza è la difesa, davvero molto arcigna. A livello individuale, è stato recuperato Luca Giroli, giocatore che in questa categoria c'entra poco poiché è una tra le guardie più forti dell'intera DNC, con grande tiro e rapidità di penetrazione. Inoltre, in cabina di regia troviamo l’ex Pozzuoli Mattia Errico, playmaker di categoria, e altri giocatori di calibro come Peppe Regio, ‘cecchino’ dalla grande agilità, Mario Innocente, atleta di grande esperienza e solidità, Dario Scotto di Perta che è uno di quei giocatori che qualsiasi allenatore vorrebbe avere, la vera anima di questa squadra. Per concludere, i giovani Lubrano Lavadera e Conte che dalla panchina danno sempre un grande contributo.”

Dunque, possiamo dire che vi attende un altro match da impresa: è risaputo che il Pala Pippo Coppola è un parquet insidioso e il pubblico diventa il sesto uomo in campo, poi Monte viene dalla sconfitta esterna a Taranto e farà di tutto per riscattarsi davanti ai propri supporters.

“Senza dubbio ci attende una squadra che in casa è sempre difficile da affrontare. Il Palazzetto montese è uno dei campi più infuocati del girone in quanto la pallacanestro è molto seguita e i tifosi sono davvero appassionati. Giroli e compagni daranno il massimo per riscattare l’ultima uscita a Taranto, cercando di sfruttare il fattore casa. Pertanto, starà a noi mantenere alta la concentrazione, far si che l'ambiente non si infiammi eccessivamente e dare tutto noi stessi per prenderci questi due punti”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©