Sport / Basket

Commenta Stampa

Vantaggio netto di 56 punti realizzati

Julienews Pontano: vittoria schiacciante sul Battipaglia


Julienews Pontano: vittoria schiacciante sul Battipaglia
05/03/2011, 22:03

JULIE NEWS Pontano Napoli: Serazzi 5, Davini 7, Bugno 10, Notaro 16, Luongo 11, Tammaro 20, Mele 9, Cervo 9, Maglione 8, Tuorres 4.
Coach Licursi
 
SIMER BATTIPAGLIA: Fereoli 4, Mirra, Fabiano 14, Santoro, Ambrosano, Pidone 4, Di Donato 10, Di Lascio 4, Menduto 7, Ciraudo. 
Coach Cantelmi
 
ARBITRI: Antonio e Aldo Travia di Gioia Tauro (RC)
PARZIALI: 27–11, 48–14, 69 – 25,
 
Pronostico rispettato al PalaBarbuto dove il Julie News Pontano Napoli supera 99–43 il Battipaglia. Per i partenopei si tratta del 3° successo consecutivo (dopo il 61–57 con Canicattì ed il 110–84 a Rosarno). Una serie positiva inanellata per la 4a volta in serie C1. Le prime furono nel campionato 2008/09 (73–75 d1ts ad Adrano, 72–64 d1ts con Reggio Calabria e 64–59 con Gela; 93–88 d1ts con Messina, 60–64 a Porto Empedocle, 75–74 d1ts con Acireale)
Avvio equilibrato con i salernitani che si portano 3 volte avanti di 2. Coach Cantelmi non è pienamente contento e spende un time out sull’8 pari al 4°. E’ il momento della svolta. I biancocelesteblù serrano nettamente le maglie difensive ed in attacco iniziano a crivellare la retina avversa con diversi cestiti (Tammaro 7, Notaro 6, Davini 5, Luongo 4). Il 2+1 di Davini apre il break di 19–3 chiuso dal gioco da 3 di Maglione (27–11 al 10°).
Difese meglio degli attacchi nella prima parte del secondo periodo in cui gli ospiti provano a metterci più pressione, a raddoppiare le marcature. In attacco sono un po’ sfortunati su alcuni ferri, in altri casi sbattono su Maglione (4 rimbalzi difensivi). Quando esce per il meritato riposo ci sono Tammaro (2) e Cervo (1 stoppata) a sopperire. Inizialmente i padroni di casa sono un po’ precisi al tiro (33–11 al 13°), poi migliorano (Tammaro 7 – all’intervallo lungo già in doppia doppia con 14 punti e 10 rimbalzi – Cervo 5, Luongo 3) ed ampliano la forbice: 41–14 al 17° (8–3). Diverse sostituzioni su entrambi i versanti, i quintetti diventano sperimentali. C’è spazio per il giovanissimo Tuorres (classe 95). Proprio lui fissa il +32, seguito poco dopo dal +34 del più maturo Notaro (48–14 al 20°).
Non cala l’intensità difensiva dei napoletani che con la regia di Serazzi ed i canestri di Davini e Luongo toccano il +39 al 12° (53–14). Il buon Fabiano arresta una carestia realizzativa che dura da poco più di 8’. Nel prosieguo del quarto maglie un po’ più blande, lo spettacolo cresce con Tammaro e Notaro che si contendono l’appellativo di top scorer della partita (18 per il primo, 16 per il secondo): 69–25 al 30°.
Menduto (3) prova contenere il passivo, ma Mele (5), Bugno (3) e Cervo (2) non ci stanno griffando il +55 del 33° (81–26). Inizia il garbage time in cui i viaggianti trovano più varchi muovendo il proprio score con Fereoli (2), Fabiano (5), Di Donato (2), Menduto (7). Fanno altrettanto i partenopei con Cervo che, dalla lunetta, sancisce il conclusivo 99–43 (+56).

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©