Sport / Calcio

Commenta Stampa

La squadra bianconera è rimasta imbattuta con 23 vittorie

Juventus-Atalanta: 3 a 1. Scudetto e addio di Del Piero


Juventus-Atalanta: 3 a 1. Scudetto e addio di Del Piero
13/05/2012, 19:05

TORINO - Una festa celebrata in anticipo, ma replicata in occasione dell'ultima giornata di Campionato. La scorsa settimana i giochi erano già fatti, la Juventus aveva già vinto lo scudetto, ma oggi ha concluso la stagione rimanendo imbattuta fino alla fine. Come il Milan di Capello del '91-'92, anche la Juve di Conte è arrivata alla fine del Campionato senza subire mai una sconfitta. Hanno festeggiato in 41mila la Signora Bianconera, che ha battuto in casa l'Atalanta 3 a 1. E ha conquistato il tricolore con 23 vittorie e 15 pareggi. Gli applausi e le ovazioni sono andate soprattutto al capitano Alex Del Piero, per il quale era l'ultima partita con la maglia bianconera, ma soprattutto l'ultimissimo capitolo della sua carriera da calciatore. Del Piero ha firmato il gol del raddoppio al ventottesimo minuto del match, infilando la palla nell'angolo basso alla destra del portiere dell'Atalanta. Poi Conte lo ha sostituito e il capitano ha fatto un giro di campo per raccogliere gli applausi. Se per Alex Del Piero è stato l'ultimo gol della carriera, per il giovane Luca Marrone al decimo minuto del primo tempo è stato la prima rete in Serie A, un destro potente che si infila sotto la traversa di Frezzolini, dopo un'azione di Borriello.
L'Atalanta deve piegarsi alla supremazia bianconera, ma non esce sconfitta perché festeggia la salvezza conquistata, nonostante l'handicap della penalizzazione. Denis prima, poi Bonaventura sfiorano il gol, che riesce a respingere il vice di Buffon, Storari. Maldestro il tocco del difensore della Juve Lichsteiner che finisce per fare un'autorete. Calcio di rigore per la Juve al novantesimo per un fallo su Borriello e Barzagli segna il gol che chiude la partita e dà inizio alla festa.

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©