Sport / Calcio

Commenta Stampa

Alla Juventus non bastano Vidal e Quagliarella

Juventus-Galatasaray 2-2


Juventus-Galatasaray 2-2
02/10/2013, 22:41

TORINO. Ore 20.45 e Cassay fischia l'inizio del match, è Juventus-Galatasaray. I primi minuti vedono due squadre sterili con un possesso di palla equilibrato. Al 25' problemi al flessore sinistro per Vucinic che lascia il posto a Quagliarella e stiramento per Semih Kaya che è sostituito da Gokhan Zan. I due allenatori sono stati costretti ai primi cambi. L'ex Napoli sfiora la rete al 26' sparando di poco fuori. Prima occasione vera del match. Nulla da menzionare sino al 36' quando Bonucci sbaglia il retro passaggio per Buffon e Drogba, bomber di razza, ci crede e scavalca il portiere, a porta vuota è facile. E' 0-1 per i turchi e Juventus Stadium ammutolito. Sino al fischio del primo tempo nulla da menzionare. Nella ripresa Conte è obbligato ad un secondo cambio per infortunio, Lichsteiner lascia il posto ad Isla. Il secondo tempo inizia all'insegna della Juventus che attacca senza sosta l'area dei turchi. I giallorossi concedono poco centralmente per cui i bianconeri si estendo sulle fasce eseguendo, però, cross inconcludenti. C'è solo la Juventus tranne per qualche azione timida del Galatasaray. Al 60' Amrabat entra per Riera, cambio decisivo. A seguire sei minuti dopo è Conte che sostiuisce Bonucci con Llorente. La Juventus è a trazione anteriore. Al 74' entra Bulut per uno stanco Sneijder  Al 77' Amrabat, il neo entrato, stende in area Quagliarella ed è rigore. Vidal dal dischetto spiazza il portiere ex Lazio ed è 1-1. Lo Juventus Stadium è una bolgia. Tutto accade nel finale. Llorente sfiora il gol della rimonta ma è Quagliarella, con cross di Pirlo, che all'87' porta in vantaggio i bianconeri. La rimonta è fatta, lo Juventus Stadium esplode e Quagliarella è sempre più decisivo. Non si deve, però, mai cantare vittoria. All'88 l'altro neo entrato, Bulut, su azione di contropiede insacca Buffon ed è 2-2. La Juventus stava ancora esultando, un errore fatale. La gara termina 2-2. Adesso per gli uomini di Conte la qualificazione agli ottavi è tutta in salita. Il prossimo match vede i bianconeri sfidare il Real Madrid, a punteggio pieno, e Drogba giocare contro il Copenaghen. Adesso è dura.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©