Sport / Vari

Commenta Stampa

KART: A MURO LECCESE IL CAMPIONATO DEL MONDO KF1


KART: A MURO LECCESE IL  CAMPIONATO DEL MONDO KF1
17/09/2008, 08:09

Nei quattro giorni che vanno da giovedì 18 a domenica 21 settembre, per chi segue il karting, il "centro del mondo" diventa Muro Leccese, più precisamente La Conca, nell'estremo lembo della Penisola, nel Salento a due passi da Otranto e dal suo mare cristallino, nel punto più orientale d'Italia.
Qui, dove i raggi del nuovo sole giungono per primi, dal 18 al 21 settembre si disputerà l'evento dell'anno, il Campionato del Mondo di Karting che dovrà decretare il nuovo "re" della massima categoria di kart, la KF1.
In questi quattro giorni, il silenzio che di solito regna nella piana di La Conca, fra uliveti, vivai e masserie, sarà sovrastato dal rombo dei motori dei kart e infine dal grido di gioia del nuovo campione del mondo. In pista scenderà anche la categoria KF2, per disputare la Coppa del Mondo della categoria cadetta. In totale si sfideranno 49 piloti per il Mondiale KF1 e 95 piloti per la Coppa del Mondo KF2, tra i più forti in assoluto del panorama mondiale del motorismo giovanile.
Tra questi, gli italiani, da sempre protagonisti nel karting, giocheranno tutte le loro possibilità per imporsi. A Muro Leccese si presentano tutti i "grandi", già ricchi dei loro invidiabili palmarès, e i giovani emergenti, con una gran voglia di dare scacco matto ai "mostri sacri" del kart. Sopra, il poster realizzato dalla FIK per l'evento Mondiale a La Conca.

Il gran duello di casa nostra sarà incentrato soprattutto fra due bresciani, Marco Ardigò, di 25 anni, campione del mondo in carica con la Tony Kart (nella foto Formula Kart), e Davide Forè, 34 anni, con già quattro titoli mondiali alle spalle (1998, 2000, 2004 e 2006), anche questi conquistati con la Tony Kart. Dal 2007 Forè è passato con Maranello, e dopo un anno di assestamento, quest'anno si è già portato ai massimi livelli, tanto da essersi impossessato di un altro alloro prestigioso, quello della Coppa del Mondo KF1 conquistato a Suzuka. Insomma Forè ora è più pronto che mai anche con la Maranello a salire sul gradino più alto del podio di Muro Leccese.
Sarà una bella battaglia tutta da seguire, considerando che Ardigò è un pilota decisamente in ascesa e in gran forma, reduce anche lui da un fresco e importante successo come il quarto titolo consecutivo nell'Europeo ottenuto lo scorso mese a Braga in Portogallo.
Oltre a questi due prim'attori, le speranze italiane sono riposte anche in Sauro Cesetti (Birel), sempre fra i migliori in campo internazionale, e nell'esperto Alessandro Manetti (Crg), già campione del mondo nel 1991 e 1994, e più recentemente nel 2007 campione europeo della KZ1 con Intrepid.


Fra i giovani più accreditati, va inserito di diritto Nicola Nolè (Crg), che già nel 2006 è salito agli onori più alti della cronaca internazionale vincendo il Campionato Europeo della ICA.
A completare la compagine italiana, si presentano in qualità di outsider Alessandro Bressan (Kosmic), Antonio Piccioni (FA Kart), Francesco Antonucci (Top Kart), Luca Giacomello (Zanardi), Davide Gaggianesi (FA Kart) e Francesco Merlin (Birel).

 

Detto degli italiani, non sono pochi gli stranieri anche loro in grado di vincere il titolo. Un nome su tutti, il belga Jonathan Thonon che corre per i colori della Crg. Il pilota belga è infatti, insieme a Ardigò e Forè, il pilota che gode i maggiori pronostici per la vittoria finale. Anche lui in gran forma, quest'anno ha conquistato il Campionato Europeo KZ1 e ha bissato il successo nella Coppa del Mondo KZ1. Ora per lui è arrivato il momento di mirare dritto al Mondiale.

Scorrendo gli albi d'oro del karting, fonte inesauribile di storia che ci proietta all'Olimpo della Formula 1, è curioso notare la quantità di nomi poi diventati famosissimi e soprattutto come sia significativo il ranking internazionale. Qualche esempio. Nell'Europeo di Formula A del 2000 abbiamo avuto questa classifica finale: 1. Hamilton, 2. Rosberg, 3. Ardigò, 4. Kubica, con tre dei quattro piloti oggi protagonisti in Formula 1. Nell'Europeo Formula Super A del 1997: 1. Button, 2. Forè. Quest'ultimo si è preso poi la rivincita l'anno seguente: 1. Forè, 2. Raikkonen. Nel 1994, al primo titolo europeo per Forè in Formula A, nello stesso anno Trulli vinceva l'Europeo di Formula Super A. Nel 2001, nell'anno in cui Liuzzi fu incoronato campione del mondo dall'occasionale Schumacher già quattro volte campione del mondo F1 (secondo a Kerpen, nella foto Paterlini), in classifica generale Cesetti si piazzò secondo e Forè terzo, Ardigò dodicesimo, Hamilton quindicesimo, Rosberg sedicesimo. Venendo poi all'ultima "stella" della Formula 1, il tedesco Sebastian Vettel, questi vinse il titolo Europeo Junior nel 2001, e in quella occasione Thonon si piazzò quinto. L'anno successivo Thonon si prese la rivincita e vinse l'Europeo nella categoria maggiore, la ICA, mentre qui Vettel si classificò sesto. Insomma, la storia del karting ci indica sempre di più il suo stretto legame con la Formula 1, oggi più che mai.

A difendere i colori italiani per la finale della Coppa del Mondo KF2, abbiamo soprattutto Flavio Camponeschi, reduce con la Tony Kart lo scorso 3 agosto dal titolo continentale nella finale dell'Europeo KF2 (nella foto CIK-FIA). Ma anche Giacomo Patrono (Birel), pilota di casa a Muro Leccese, è in grado di mirare alla vittoria, di lui ricordiamo il secondo posto nella Coppa del Mondo ICA del 2006 e il secondo posto nel Campionato Asia-Pacifico del 2007. Grandi speranze sono riposte anche nei giovani Matteo Viganò (Zanardi), Andrea Dalè (Crg), Aniello Smarrazzo (FA Kart), Leonardo Fuoco (Crg), Felice Tiene (Crg) e Nazareno Gatto (FA Kart). Così come in Marco Moretti (Pcr), Alessandro Spenga (FA Kart), "Giaguaro Nero" (Maranello), Mirko Luciani (Tony Kart), Matteo Zanchetta (Crg), Marco Guidolin (Tony Kart), Paolo De Conto (Birel) e Matteo Massetani (Redspeed).
Fra gli stranieri sono diversi che possono puntare alla vittoria. Nei recenti test disputati proprio a Muro Leccese, il più veloce in assoluto è risultato il finlandese Miki Weckstrom (Maranello). Ottime credenziali le vanta anche il Campione di Asia-Pacifico 2008 l'inglese Jack Harvey (Birel) e il vincitore del Viking Trophy 2008, lo svedese Joel Johansson (Energy).  

Speriamo che a Muro Leccese il meteo non ci metta lo "zampino" per creare scompiglio sui valori in campo. Una prova di Campionato del Mondo, in prova unica, comporta sempre una serie di rischi, sia per incidenti specialmente nelle manches di qualificazione ma anche e soprattutto per i possibili capricci del meteo. Giusto nel 2006 ricordiamo uno scroscio d'acqua al via della finale ad Angerville in Francia, con conseguente coda in tribunale per risolvere il titolo poi andato giustamente a Forè.
Per Muro Leccese la situazione, a pochi giorni dal via, si presenta così: giovedì mattina poco nuvoloso e nel pomeriggio sereno, venerdì poco nuvoloso, sabato nubi sparse, domenica sereno ma alle ore 14 pioggia e poi schiarite. Anzi, una previsione ancora più dettagliata indica pioggia debole alle 13:55. La partenza della finale è alle 14:30, ovvero grande incognita sugli assetti e  sulle gomme da usare. Avremo un po' di suspense in più... ma speriamo invece che splenda un bel sole e che tutto si svolga nella massima regolarità.

 

Il programma della manifestazione
 

Giovedì 18/9
  8:30 – 11:20
12:45 – 17:40
Prove libere KF1–KF2
Prove non qualificative KF1–KF2
Venerdì 19/9
  8:00 – 13:25
14:10 – 15:58
16:15 – 18:38
Prove non qualificative KF1-KF2
Prove di qualificazione KF1
Prove di qualificazione KF2
Sabato 20/9
  8:00  –  8:55
  9:15 – 17:45
Warm-up KF1-KF2
Manches di qualificazione KF1-KF2
Domenica 21/9
  8:00 –   8:40
  8:50 –   9:10
  9:15 –   9:30
  9:35 – 10:20
10:45 – 11:10
12:40 – 13:05
13:30 – 13:55
14:30 – 15:15
 
15:50 – 16:25
Warm-up KF2
Manches di qualificazione KF2
Warm-up KF1
Manches di qualificazione KF2
Pre-Finale KF1 – 16 giri
Presentazione dei  piloti
Pre-Finale KF2 – 16 giri
Finale Campionato del Mondo KF1 (24 giri) in diretta TV su Eurosport e Rai Sport Più
Finale World Cup KF2 – 24 giri

 



 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©