Sport / Kart

Commenta Stampa

La gara si è disputata sul Circuito di Salbris in Francia

Kart: Grande successo CRG-Maxter alla 5° del Wsk


Kart: Grande successo CRG-Maxter alla 5° del Wsk
28/07/2009, 17:07

Grande affermazione CRG-Maxter nella quinta tappa del WSK International Series che si è disputata nel weekend del 24-26 luglio sul Circuito Internazionale di Salbris in Francia. A “sbancare” il quinto appuntamento della serie karting più prestigiosa al mondo è stato il belga Jonathan Thonon, impeccabile interprete del veloce circuito francese di 1.500 metri e dominatore incontrastato della finale della categoria “regina”, la KZ2.
Se Thonon è andato ad occupare il gradino più alto del podio confermando appieno la competitività del telaio CRG e del sempre più performante motore Maxter, l’altro alfiere della casa italiana, Davide Forè, è stato l’altro grande protagonista del weekend francese per essersi imposto nelle prove e nelle eliminatorie con la conquista della pole position.
Quello di Salbris è stato quindi un appuntamento nel segno degli “All Black” della CRG, con la conferma della elevata competitività della factory di Desenzano del Garda che in questa parte cruciale della stagione agonistica è pronta ad affrontare nel modo migliore il prossimo importante appuntamento della Coppa del Mondo di Sarno a inizio settembre.
Con il secondo posto conquistato in Prefinale e la schiacciante vittoria messa a segno in Finale, Thonon ha compiuto anche un bel balzo in avanti in campionato, tanto da proporsi ora quale terzo candidato al titolo del WSK in KZ2 insieme ai due leaders Ardigò e Lammers.
Se per Thonon a Salbris è andato tutto bene, Forè purtroppo non è riuscito a concretizzare quanto di buono aveva fatto vedere in prova e nelle vittorie di manches. Il pilota italiano in Prefinale si è dovuto accontentare della quinta posizione, mentre in Finale si è trovato fuori dai giochi a causa di un’entrata “kamikaze” di un avversario quando era nelle prime posizioni. Gara condizionata dagli incidenti anche per il terzo pilota CRG, Arnaud Kozlinski, bloccato nella parte iniziale della Finale da un contatto multiplo che gli ha impedito di tenere il passo dei primi.
Fra i piloti dei team privati, ottimo il quinto posto ottenuto in Finale dal belga Rick Dreezen del team CRG Holland, che anche in questa occasione si è confermato fra i migliori della categoria.
Il weekend di Salbris per la CRG si è rivelato interessante anche nella categoria KF2, dove si sono espresse le qualità del giovane spagnolo di Mallorca Antonio Alarcon, decisamente in crescita rispetto a inizio stagione. Dopo il suo 14. posto al termine delle manches, nella fase Finale Alarcon non è stato molto fortunato nella bagarre delle gare, ma si è potuto mettere in mostra facendo segnare tempi sul giro di assoluto rilievo. Minore fortuna invece sia per Niccolò Schirò che per Giovanni Martinez, ambedue attardati da vari problemi e incidenti, con la conseguenza purtroppo di non riuscire a rientrare fra i finalisti della loro categoria.
Fra i protagonisti della KF2 si inserisce sempre di più il francese Brandon Maisano con il telaio LH Lewis Hamilton prodotto dalla CRG. Ottimo quinto al termine delle manches eliminatorie, Maisano è stato costretto al ritiro in Prefinale per un problema tecnico, poi in Finale si è prodotto in una bella rimonta concludendo al 17. posto.
In KF3, a Salbris di una bella crescita agonistica si è reso autore anche il giovanissimo rumeno Robert Visoiu, rientrato nel lotto dei finalisti della gara francese dopo aver concluso con un ottimo secondo posto il repechage, dove fra l’altro ha ottenuto il secondo miglior tempo assoluto. Visoiu ha poi concluso a giri pieni sia la Prefinale che la Finale capitalizzando ulteriore esperienza.

LE INTERVISTE

Giancarlo Tinini, Presidente della CRG SpA: “Quest’anno siamo andati spesso molto vicini alla vittoria, senza mai poter raccogliere la soddisfazione del nostro lavoro. Questa volta è andato tutto bene. Anche Forè ha ottenuto degli ottimi risultati sia nelle prove che nelle manches, ma alla fine è stato Jonathan a concretizzare il risultato. Forè ha pagato anche una scelta poco azzeccata del set-up del suo kart per la Prefinale. In KF3 è andata abbastanza bene, siamo riusciti a qualificare il nostro giovane Visoiu. Gli manca ancora un po’ di grinta per la gara, ma i suoi tempi sul giro non sono niente male. In KF2 è mancato il risultato, ma non manca molto per raggiungere qualche soddisfazione, il materiale funziona. In questa categoria paghiamo soprattutto lo scotto della poca esperienza dei piloti. Maisano invece con il telaio LH si è ben comportato, un problema tecnico lo ha fermato in Prefinale, altrimenti avrebbe fatto un bel risultato”.

Omar Di Gesualdo, Direttore Sportivo CRG: “Con Thonon abbiamo ottenuto una vittoria meritata per tutta la squadra CRG e per la Maxter. Thonon ha disputato un weekend in crescita, e la sua vittoria finale è stata ottenuta di potenza. Forè ha avuto per tutta la settimana degli ottimi riscontri facendo vedere anche la sua bravura come pilota, mentre Kozlinski sta continuando lo sviluppo dei motori con discreti risultati. In KF2 Maisano è andato bene, nonostante il problema tecnico capitato in Prefinale. Alarcon dall’inizio dell’anno ha fatto un grande cambiamento, siamo fiduciosi nelle sue possibilità. Schirò ha avuto invece diversi problemi, così come Martinez. In KF3 sono molto contento per Visoiu perché nella squadra sta trovando la posizione ideale, a Salbris si è qualificato per la Finale e questo è ciò che al momento ci interessa”.

Jonathan Thonon (KZ2): “Avevo avuto un piccolo problema tecnico nelle prove di qualificazione, così nelle manches ho dovuto sempre recuperare. Dopo aver fatto una buona Prefinale conquistando il secondo posto, per la Finale abbiamo apportato qualche correzione al telaio e in Finale sono ben presto riuscito a superare sia Ardigò che Iglesias. Dal secondo giro sono andato al comando della gara e non ho incontrato nessun problema. E’ la mia prima vittoria della stagione, quest’anno ho avuto un po’ di sfortuna ma in questa gara è stato tutto perfetto. Sono veramente contento della squadra, del mio meccanico, del telaio CRG e del motore Maxter. E’ difficile poter esprimere la bella sensazione che ho provato quando la bandiera a scacchi ha sancito la mia vittoria in una gara così importante. Vorrei sottolineare che questa non è solamente la mia vittoria, ma è la vittoria di tutta la squadra e del buon sistema di lavoro. Per questo voglio ringraziare tutti coloro che hanno contribuito a questo successo, a cominciare da Giancarlo Tinini”.

Davide Forè (KZ2): “In Finale ero attaccato al secondo e terzo, dopo aver superato Lammers. Purtroppo un pilota mi ha tamponato e quando sono riuscito a ripartire ero ultimo. Nelle prove e nelle manches ero andato molto bene, poi in Prefinale ho cambiato set-up al kart pensando di migliorare ancora, invece ho peggiorato. Per la Finale ho apportato nuove modifiche e questa volta il telaio andava meglio. Sono dispiaciuto per come è andata a finire, perché con Thonon avremmo potuto fare un bel risultato di squadra. Sono però contento per Jonathan e la CRG, questo vuol dire che per il Mondiale siamo già pronti”.

Arnaud Kozlinski (KZ2): “Sono stato fermato dal mucchio di kart che si è formato dopo due curve dopo la partenza della Finale. Sono deluso per come è andata. Spero che presto possa avere maggior fortuna”.

Antonio Alarcon (KF2): “Il mio è stato un weekend abbastanza positivo. Nelle manches, a parte un incidente, sono andato bene. Poi però in Prefinale, quando ero decimo, mi sono venuti addosso, così come in Finale. A parte questi incidenti, sono contento per la competitività espressa in gara, il motore Maxter adesso va veramente molto bene”.

Giovanni Martinez (KF2): “E’ stato un weekend molto sfortunato, iniziato con difficoltà in quanto abbiamo avuto poco tempo per provare a causa delle condizioni meteo molto instabili. Per i tempi delle qualificazioni pertanto abbiamo avuto problemi nella messa a punto, e nelle manches, partendo da dietro, è stato difficile risalire, soprattutto per i troppi contatti. Nella gara di repechage poi un avversario mi ha tamponato e lì sono terminate le mie possibilità per poter entrare nella fase finale”.

Niccolò Schirò, pilota KF2: “Già all’inizio del weekend ho avuto un po’ di problemi, di conseguenza è stato tutto difficile. Le manches sono riuscito a portarle a termine ma con risultati poco soddisfacenti. Nella gara di repechage sono stato coinvolto in un incidente e mi sono dovuto ritirare”.

RISULTATI

KZ2 - Finale: 1. Thonon (B) (CRG-Maxter) 17 giri; 2. Ardigò (I) + 3.056; 3. Iglesias (F) +5.971; 4. Lammers (B) +8.355; 5. Dreezen (B) (CRG-Maxter) +8.746; 6. Renaudie (F) +9.437; 7. Puhakka (FIN) +9.907; 8. Catt (GB) +10.927; 9. Piccioni (I) +11.396; 10. Convers (F) +11.696.
Campionato KZ2: 1. Ardigò (I) punti 131; 2. Lammers (B) 107; 3. Thonon (B) (CRG-Maxter) 69; 4. Renaudie (F) 63; 5. Dreezen (B) (CRG-Maxter) 45; 6. Iglesias (F) 40; 7. Laudato (I) 35; 8. Puhakka (FIN) 34; 9. Forè (I) (CRG-Maxter) 32; 10. Mich (F) e Hawksworth (GB) 30.

KF2 - Finale: 1. Johansson (S) 17 giri; 2. Cooper (GB) +0.626; 3. Beretta (I) +1.587; 4. Lock (GB) +2.528; 5. Hauke (D) +2.748; 6. Basz (PL) +4.972; 7. Da Luz (P) +5.391; 8. Grenhagen (S) +6.223; 9. Luka (B) +7.288; 10. Giovinazzi (I) +7.865.
Campionato KF2: 1. Cooper (GB) punti 195; 2. Viganò (I) 111; 3. Johansson (S) 100; 4. Grenhagen (S) 96; 5. Lock (GB) 95; 6. Basz (PL) 70; 7. Beretta (I) 68; 8. Smarrazzo (I) 57; 9. Tiene (I) 50; 10. Luka (B) 44.

KF3 - Finale: 1. De Vries (NL) 14 giri; 2. Sainz (E) +1.479; 3. Hoevenaars (NL) +2.325; 4. Walsh (GB) +2.862; 5. Marciello (I) + 3.630; 6. Dennis (GB) +4.761; 7. Davey (NL) +8.194; 8. Albon (GB) +8.506; 9. Kvyat (RUS) +9.191; 10. Hoshino (J) +9.379.
Campionato KF3: 1. De Vries (NL) punti 188; 2. Kvyat (RUS) 167; 3. Sainz (E) 140; 4. Hoevenaars (NL) 88; 5. Marciello (I) 87; 6. King (GB) 82; 7. Silva (BR) 71; 8. Albon (GB) 66; 9. Jaminet (F) 45; 10. Dennis (GB) e Barrabeig (E) 41.
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.