Sport / Calcio

Commenta Stampa

Prossimo al rientro

Klose: "Pronto per aiutare la Lazio"


Klose: 'Pronto per aiutare la Lazio'
13/12/2013, 16:42

ROMA. Fino a questo momento della stagione è stato un oggetto misterioso per la Lazio. Miroslav Klose è al centro di qualche piccola polemica per il suo rendimento scostante e per le sue poche presenze, per le quali i biancocelesti hanno pagato eccome. Ora, però, è lui stesso a prendere la parola e smascherare ogni dubbio sul suo rientro: "Ora posso tornare per aiutare la squadra. Qualche giovane ha paura di sbagliare, noi esperti dobbiamo aiutarli. La situazione è difficile ma non sono preoccupato: la Lazio ha qualità e supererà questo momento. La Lazio è in crisi, ma finalmente può contare su Miro Klose. Il bomber tedesco, fermo da settimane per un infortunio alla spalla, è pronto a dare il proprio contributo. "In questo momento sto bene, non sono al top ma la spalla non mi fa più male. Mancano due partite prima della sosta, voglio giocare e voglio aiutare la squadra a vincere", dice Klose ai microfoni di Lazio Style Radio. "Nelle ultime due settimane ho parlato molto con l'allenatore, abbiamo deciso che non potevo essere utile alla squadra visto che le gambe non giravano. Sto lavorando molto a livello fisico, la condizione è decisamente migliorata in 15 giorni. Ora posso tornare per aiutare la squadra", aggiunge prima di smentire le voci che lo descrivono in partenza. "Quello che è stato scritto all'estero sono solo bugie. Ho sempre detto che la Lazio sarà il primo club con cui parlerò. Quattro mesi fa, in un'intervista, ho detto che ci sarebbe la possibilità di andare in America. E' normale, del resto, visto che il mio contratto è in scadenza", afferma l'attaccante. "Ma, ripeto, parlerò prima con la Lazio. Non ho avuto nessun contatto con gli Stati Uniti o con il Leverkusen. Non ne posso più di sentire queste bugie: alla Lazio sto alla grande, ho ottimi rapporti con la squadra, con l'allenatore e con la società. Questo per me è molto importante", evidenzia infine la punta tedesca.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©