Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

POST-PARTITA

L. Enrique: "Buon primo tempo, poi meglio loro"


L. Enrique: 'Buon primo tempo, poi meglio loro'
29/04/2012, 04:04

"Non c'e' una posizione definitiva. Il mio futuro alla Roma e' la prossima partita di Verona con il Chievo, a quella ci saro' sicuro e anche a quelle che mancano alla fine del campionato. Poi parlero' con la societa' e vedremo quali sono stati i problemi e quale le soluzioni". Sempre dai microfoni di Sky Sport parla della partitia di oggi e spiega che "e' sempre difficile sapere se e' merito o demerito. Il primo tempo e' stato brillante mentre nel secondo sapevamo che fin dall'inizio loro avrebbero fatto un pressing piu' alto e che quindi sarebbe stato piu' difficile, quindi credo sia stato piu' merito loro che demerito nostro, anche perche' quando la partita si e' fatta piu' difficile i ragazzi si sono messi a disposizione e hanno fatto una bella gara". Sull'atmosfera che ha accolto la squadra all'Olimpico, Luis Enrique sottolinea che "e' difficile giocare cosi', sappiamo che tante volte abbiamo fatto partite pesanti, non all'altezza di questa squadra ma non per colpa dei ragazzi ma perche' a volte non si trova quello che si cerca. Hanno fatto un buonissimo primo tempo, mentre nel secondo c'e' stato un po' di blocco che e' normale nella situazione in cui siamo". Sulla prestazione dei due autori dei gol Marquinho e Simplicio, poi, dice: "Sono stati tutte e due bravi ma oggi permettemi di non parlare solo di loro, ma anche di quelli che non sono entrati in campo, perche' si e' vista la mentalita' di una squadra. Oggi mi dispiace non aver vinto perche' lo meritavano contro un avversario temibile. Il pareggio forse e' giusto ma sarebbe stato piu' bello per loro se avessimo vinto". Sulle ripartenze del Napoli, ammette: "Noi mettiamo tanta gente davanti al pallone e cerchiamo di essere il piu' cattivi possibile ma quando perdiamo il pallone in maniera ingenua si crea il pericolo e quest'anno molte squadre hanno giocatori con le caratteristiche per esserlo". Tornando a parlare del futuro, ribadisce: "Io la penso in modo diverso rispetto a voi e aspettero' tranquillamente di vedere cosa facciamo. Per adesso sono a disposizione della squadra per fare piu' punti possibile ed arrivare piu' in alto possibile". A proposito dell'addio di Pep Guardiola al Barcellona, sostituito dal suo vice Tito Vilanova, Luis Enrique glissa sulla domanda se abbia mai pensato di sedersi su quella panchina: "Mi fa piacere che sia uno di casa a sostituirlo, Tito e' una persona molto preparata e gli auguro di avere la migliore fortuna del mondo".

Commenta Stampa
di Roberto Russo
Riproduzione riservata ©