Sport / Vari

Commenta Stampa

La classe olimpica “470” torna nel Golfo di Napoli


La classe olimpica “470” torna nel Golfo di Napoli
30/12/2013, 16:11

NAPOLI - Promotore il Circolo Nautico Posillipo, dopo oltre quindici anni di assenza, la classe olimpica “470” torna a veleggiare in Campania. L’idea di riportare l’imbarcazione olimpica nel Golfo di Napoli nasce al termine della stagione 2013 che ha visto i giovanissimi velisti rossoverdi cogliere importanti affermazioni nella classe “420” ottenendo risultati di rilievo sia in campo nazionale che internazionale, come il 2° posto al Campionato Europeo U19, il 3° posto al Mondiale femminile assoluto ed il 2° posto ai Campionati Italiani femminili conquistato dall’equipaggio Sara Scotto e Vittoria Barbiero, nonché il bronzo vinto dalla coppia Ruggiero di Luggo e Luca Giamattei all’Europeo U19.
Il Sodalizio rossoverde, d’intesa con il tecnico e gli atleti, ha deciso di tentare questa nuova avventura nella classe olimpica sperando di rinverdire i fasti degli anni ’90 quando gli atleti del Posillipo, alcuni dei quali genitori dei velisti di oggi (come Marco Scotto e Maria Quarra) già all’epoca guidati dall’attuale ed immarcescibile tecnico Ciro Luongo, mietevano successi in campo nazionale ed internazionale, facendo la storia della classe “470” a Napoli.
Ben tre quindi gli equipaggi cresciuti nella scuola velica rossoverde che si cimenteranno con la nuova imbarcazione; oltre alle già citate coppie Scotto-Barbiero e Di Luggo-Giamattei, anche quello formato da Enrico Vannucchi e Giorgio Orofino.
“Il nostro allenatore continua a ripeterci che le nuove imbarcazioni sono solo 50 cm più lunghe del 420, ma noi ci rendiamo conto che ci sono regolazioni con le quali non abbiamo ancora dimestichezza” – hanno dichiarato gli atleti dopo le prime uscite, anche se particolarmente entusiasti per la velocità e le accelerazioni che la nuova imbarcazione raggiunge in planata.
In realtà la “barca” è estremamente tecnica e nei primi tempi è difficile da condurre tali e tante sono le regolazioni che devono essere fatte durante la navigazione e che possono distrarre l’equipaggio dalle condizioni del mare.
L’entusiasmo dei “posillipini” ha intanto contagiato anche altre società e, in occasione delle “Regate di Natale” organizzate  dal RYCC Savoia dal 27 al 29/12 u.s., alcuni circoli hanno raccolto la sfida lanciata dal CN Posillipo e rispolverato vecchie imbarcazioni, per cui si è potuto assistere a ben sei regate della classe “470”.
Dopo una serratissima lotta per la prima posizione, l’equipaggio rossoverde Scotto-Barbiero ha dovuto accontentarsi della piazza d’onore alle spalle della plurititolata Camillla Marino in coppia con Claudia Soricelli. Il successo rossoverde è stato completato dal terzo posto di Di Luggo-Giamattei e dal quinto di Vannucchi- Orofino.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©