Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

La difesa del Napoli è da rifondare!

Si attendono innesti per il reparto più debole.

La difesa del Napoli è da rifondare!
03/07/2013, 11:59

NAPOLI - Le squadre vincenti si sa, non possono prescindere da un reparto difensivo di alti valori tecnici. Con l'avvento di Rafa Benitez sulla panchina azzurra, che ha soppiantato Walter Mazzarri e si suppone anche il suo 3-4-1-2, il modulo tattico del Napoli e la manovra di gioco dovrebbero subire grandi cambiamenti, con il tecnico spagnolo che probabilmente riproporrà il suo classico 4-2-3-1. Il modulo è lo stesso, ma gli interpreti saranno diversi. Per ciò che concerne appunto la linea difensiva, sulla falsa riga di quanto proposto durante l'esperienza alla guida del Liverpool (vincente nell'edizione della Champions Leauge 2004-2005 ai rigori contro il Milan) con Carragher e Hyypiä centrali e Finnan e Riise esterni con compiti difensivi e offensivi improntati all'impostazione della manovra, "Rafè" potrebbe quindi riadattare i difensori azzurri a tale schema. I difensori centrali attualmente in organico sono il capitano Paolo Cannavaro, Britos, Gamberini e il rientrante Fernandez il cui futuro appare ancora incerto; sugli esterni la fascia destra può contare su Zúñiga e Maggio, ma a sinistra andrebbe acquistato un altro terzino da affiancare al riconfermato Armero. La situazione è in continua evoluzione, visto che al momento i soli Paolo Cannavaro, Maggio e Armero appaiono sicuri della riconferma e, dati gli impegni probanti della prossima stagione tra campionato e Champions League, urge reimpostare la difesa con innesti di qualità, che possano garantire un rendimento costante e di buon livello. I nomi che circolano nelle ultime ore, da N'Koulou a Rami, passando per Astori e lo stesso Godin, sono calciatori di ottimo livello che potrebbero fare bene in maglia azzurra e rinforzare un reparto che - secondo il parere di diversi esperti e addetti ai lavori - rappresenta attualmente il maggiore limite dell'organico azzurro. Britos e Gamberini - nonostante l'ottima stagione disputata complessivamente dalla squadra partenopea - non sono apparsi sempre all'altezza del Napoli con prestazioni in parte altalenanti. In base alle riconferme e alla partenze, andrebberp almeno garantiti due acquisti: un centrale e un terzino sinistro di livello internazionale, da consegnare possibilmente a Benitez già all'inizio del ritiro di Dimaro, per programmare al meglio l'inizio della prossima importantissima stagione.

Commenta Stampa
di Armando Brianese
Riproduzione riservata ©