Sport / Calcio

Commenta Stampa

La Viola restituisce gli schiaffi alla Vecchia Signora

La Fiorentina in rimonta contro la Juventus


La Fiorentina in rimonta contro la Juventus
20/10/2013, 17:05

FIRENZE - Al Franchi di Firenze alle 15,00 è stato di scena il big match tra la Juventus e la Fiorentina. Entrambi i club erano obbligati a vincere per non lasciare il treno di testa che vede la Roma in testa dopo la vittoria casalinga contro il Napoli venerdì sera. La gara inizia bene per la Juventus che inizia a rendersi pericolosa con Pirlo, prima, e Tevez poi. Al 23' Montella è costretto a cambiare Ambrosini, entra Matias Fernandez. La partita si stabilizza e i bianconeri passano al 37' quando Tevez viene atterrato da Cuadrado in aria di rigore. Lo stesso attaccante argentino si presenta dal dischetto e non fallisce. Tevez sbeffeggia la tifoseria viola quando all'eusultanza mima la "mitragliatrice" di Omar Gabriel Batistuta, ancora nei cuoi dei tifosi fiorentini. Bastano solo tre minuti e la Vecchia Signora raddoppia. Pogba, dopo un'azione confusa, insacca a porta vuota. Anche il centrocampisca francese, nell'esultanza, sbeffeggia i tifosi viola imitando la gioia di Tevez dopo il gol del 1-0. Il primo tempo si chiude sullo 0-2.
Montella motiva i suoi negli spogliatoi per riprendersi una partita che sembrava persa. Il secondo tempo si apre con la stessa musica del primo tempo. Al 56' Joaquini rileva Aquilani. Al 66' scambio di favori. Asamoah atterra in area di rigore Fernandez. Dal dischetto va Pepito Rossi che non sbaglia. La Viola accorcia le distanze ed infiamma le speranze dei tifosi fiorentini. Dopo dieci minuti la Fiorentina pareggia con il solito Rossi che insacca Buffon. Il portiere bianconero interviene in maniera del tutto discutibile visto che il tiro di Pepito non era irresistibile. Basta solo due minuti e la rimonta è fatta. Al 78' il neo entrato, Joaquin, coglie la difesa bianconera impreparata, grazie ad un bellissimo lancio di Borja Valero, ed insacca alle spalle di un Buffon decisamente in giornata no. Esplodono gli spalti e la manchina viola, solo la panchina bianconera e Montella (per il suo charme) restano immobili. Sembrerebbe tutto finito ma Rossi vuole entrare nella storia di questo club. Quando la Vecchia Signora cerca di recuperare il risultato la viola sviluppa un contropiede da manuale del calcio. Al 81' Cuadrado porta palla e con la sua velocità è imprendibile, serve al centro dell'area bianconera un Rossi in giornata e libero. L'attaccante della Nazionale non può sbagliare e non lo fa. Siamo sul 4-2. Così termina la gara. La viola si vendica degli ultimi risultati negativi e immeritati contro i bianconeri. La Juventus si ferma al terzo posto con la Fiorentina che, minacciosa, pressa, dal quinto posto, Napoli e bianconeri.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©