Sport / Vari

Commenta Stampa

La matesina Patrizia Iannotta testimonial della Campania alla Fiera del Fitness di Rimini


La matesina Patrizia Iannotta testimonial della Campania alla Fiera del Fitness di Rimini
20/04/2012, 12:04

Sarà la matesina Patrizia Iannotta, di Sant’Angelo di Alife, a rappresentare la Campania e Terra di Lavoro alla prossima Fiera del Fitness e Wellness in programma a Rimini dall’11 al 13 maggio. L’atleta casertana dopo essersi classificata al primo posto nella competizione dedicata al fitness (categoria soft-bikini) organizzata dalla FIMES alla Mostra d’Oltremare a Napoli, sarà quindi tra le protagoniste dela Fiera del Fitness, evento di rilevanza nazionale ed appuntamento imperdibile per gli appassionati e gli addetti ai lavori del mondo del fitness. Patrizia Iannotta vanta un ricco curriculum di atleta, con partecipazioni ad importanti competizioni nazionali ed internazionali tra cui un prestigioso 5° posto ottenuto in occasione della partecipazione ai Mondiali WPF del 2005. Risultati che la Iannotta, laureata in legge ed attualmente dipendente dell’Ospedale Civile di Caserta, ha ottenuto con grandissimi sacrifici, coniugando la carriera professionale con quella sportiva. “L’attività sportiva – afferma Patrizia Iannotta – ed in particolare iol fitness, è per me un vero proprio stile di via, una palestra di vita che mi ha permesso non solo una crescita fisica, ma anche morale, forgiando il fisico ed il carattere, rafforzando le mie motivazioni e ripagando i tanti sacrifici e la dedizione che ho messo in questa attività. Ma i risultati che ho raggiunti nel corso degli anni sono stati anche il frutto dell’impegno di coloro che mi hanno aiutato in questo percorso, tra cui il mio personal trainer Gennaro Ballarino della palestra Delta di Gioia Sannitica, l’amico Lucio Falco della palestra Kouros Club, che mi ha ospitato negli ultimi anni, così come Dino Rainieri e lo staff della palestra Professione Fitness di Sant’Angelo di Alife. Ma soprattutto devo ringraziare doverosamente mio padre e mia madre per il sostegno che mi hanno dato ed i valori che hanno insegnato e che ho cercato di applicare anche nell’attività sportiva”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©