Sport / Pallanuoto

Commenta Stampa

La Rari Nantes vince ed è prima


La Rari Nantes vince ed è prima
05/03/2012, 10:03

La Rari Nantes si conferma implacabile alla Scandone, fa sua la sfida primato col Sikelia Palermo e torna in vetta alla classifica del girone 4 del torneo di serie B. I napoletani la spuntano di un solo gol (8-7 il punteggio), al termine di una gara tutta passata ad inseguire gli avversari, beffati a 55 secondi dalla fine da una palombella di Roncalli capace di far esplodere la piscina di Fuorigrotta.

Tra le fila dei partenopei ci sono Marlino e Scotti Galletta, assenti per squalifica nell’ultimo match contro il Pozzillo. L’avvio di gara è incoraggiante, con Di Martino a firmare la prima rete in superiorità. Il Sikelia, però, si dimostra ben presto quel collettivo assai valido e ben organizzato in grado di scalare con merito la testa della graduatoria. Le zampate di Raimondo e Schiavo ribaltano la situazione già nel primo tempo, prima che Sambito e Bisconti firmino in apertura del secondo il momentaneo 1-4. Scotti Galletta e Palermo riaccendono le speranze, ma a metà gara le reti da recuperare sono ancora due (3-5). In costante difficoltà nelle azioni con l’uomo in più, la Rari Nantes si mantiene aggrappata alla gara grazie ad una difesa eccellente. Per un’intera frazione, la terza, il Sikelia resta a secco. A ridurre il passivo ci pensa Lepre, che finalizza alla perfezione una veloce controfuga (4-5). L’ultimo periodo si apre con il gol del pareggio di Maglitto, ma nell’azione successiva Raimondo su rigore riporta avanti i suoi. Nuovo pareggio napoletano con Scotti Galletta e nuova immediata risposta del Sikelia con Buttafuoco. A scacciare i fantasmi arriva provvidenziale il gol del 7-7 di Maglitto, una splendida girata a volo spalle alla porta. Poi, a 55 secondi dal termine, la prodezza già raccontata di Roncalli. Finale thrilling, con i palermitani alla disperata ricerca del pari ed i biancocelesti ancora in grado di difendersi con ordine. Finisce 8-7, vince la Rari Nantes, sorride il pubblico della Scandone.

“Nella prima parte di gara eravamo troppo nervosi, sentivamo eccessivamente l’importanza della posta in palio”, commenta il tecnico Elios Marsili. “Abbiamo commesso diversi errori banali, soprattutto in superiorità. Col passare dei minuti ci siamo sciolti e siamo riusciti a prendere le contromisure all’ottima difesa avversaria. La vittoria è un premio per tutti”. Un successo giunto proprio nel finale: “In altre occasioni come a Siracusa o a Bari gli ultimi minuti erano stati fatali per noi, questa volta la buona sorte ci è stata amica. Sono contento perché ora abbiamo scavato un bel solco rispetto alle inseguitrici. Possiamo giocare con maggiore tranquillità, anche se – conclude Marsili – il campionato è ancora lunghissimo”.

La Rari Nantes tornerà in vasca sabato 10 marzo, ancora alla Scandone ed ancora contro una squadra siciliana, il Water Club Catania.





Rari Nantes Napoli-Sikelia Palermo 8-7 TABELLINO



RARI NANTES: Pizzabiocca, Roncalli 1, Politelli, Maglitto 2, Scotti Galletta 2, Perna, Lepre 1, Marlino, Luongo, Rotondo, Di Martino 1, D’Antonio, Palermo 1. All. Marsili

SIKELIA PA: Martorana, Schiavo 1, Grosso, Bisconti 1, Sambito 1, Mineo, Scatidi, Mircadante, Buttafuoco 1, Arena 1, Raimondo 2, Scialanga, Lapi. All. Piccione

ARBITRO: De Girolamo

NOTE: parziali 1-2, 2-3, 1-0, 4-2. Nel corso del terzo tempo espulso per proteste il tecnico palermitano Piccione. Usciti per tre falli Lepre (RN), Marlino (RN), Sambito (SP), Scatidi (SP) ed Arena (SP). Superiorità numeriche: Rari Nantes 4/14, Sikelia Palermo 2/12.



Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©