Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

CALENDARIO AZZURRO

La seconda prova dell'esame di maturità


La seconda prova dell'esame di maturità
07/10/2010, 08:10

E' un Napoli più solido. Più sicuro dei propri mezzi. La risposta alle tante domande che i tifosi si chiedevano ad inizio stagione è arrivata nel primo mese di calcio giocato. Gli azzurri hanno superato la prima tranche della loro plurimpegnata stagione, e lo hanno fatto a passo svelto e ad animo vincente. La differenza in campo l'ha fatta la fame di vittorie, superiore a squadre del calibro di Sampdoria e Roma, come del Cesena. In Europa la fame è stata vinta dalla paura che, si sa, chiude lo stomaco anche ai campioni. Eppure i due pareggi maturati sono il simbolo di una solidità certa e frutto di un lavoro mentale accurato. E se è vero che solo in un caso il ciuccio è uscito dal campo a testa china, allora è lecito anche sognare, e non considerare la serataccia col Chievo Verona. Eppure da qui a parlare di maturità del gruppo, ce ne passa. Chiunque lo abbia fatto l'esame, di maturità, sa bene che non è sufficiente una sola prova per raggiungere il traguardo. Il Napoli, per ora, ha superato il primo test scritto. Test duro, ma non impossibile. Adesso c'è una sosta da sfruttare e dieci giorni di tempo per preparare gambe e testa al secondo tour de force. Probabilmente quello più duro. Si comincia domenica 17, a Catania, terra non di facili conquiste e dove il Napoli spesso è inciampato. Quattro giorni dopo c'è l'attesa sfida con il Liverpool al San Paolo. Poi l'ottava di campionato, contro il Milan di Ibra e Ronaldinho, che affornterà il Napoli nel posticipo del lunedì. Un giorno in più di riposo post Europa League, ma un giorno in meno rispetto al Brescia che, domenica 31 ottobre, ospiterà il Napoli al Rigamonti. Il 4 novembre si vola all'Anfield Road per sfidare i Reds nella loro tana, prima di affrontare, nel giro di una settimana, Parma, Cagliari e Lazio. Tre giornate di campionato in sequenza diretta, dal 7 al 14 novembre, che vedranno addirittura due trasferte consecutive (a Cagliari il 10/11 e a Roma con i biancocelesti il 14/11). Otto sfide di alto livello, per una corsa senza risparmio di fiato verso sogni proibiti. Questa la seconda prova dell'esame di maturità degli azzurri.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©