Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

La Uefa celebra il Napoli: "E' da scudetto"


La Uefa celebra il Napoli: 'E' da scudetto'
14/02/2011, 10:02

Questo l'articolo apparso sul sito ufficiale dell'Uefa dopo la 25esima giornata di Serie A.

L’AC Milan ottiene un convincente successo contro il Parma FC e si conferma al comando della serie A. A San Siro, nell’anticipo della 25esima giornata, i rossoneri travolgono 4-0 la squadra di Pasquale Marino e mantengono tre punti di vantaggio sull’SSC Napoli, che passa 2-0 in casa dell’AS Roma: all’Olimpico, il match-winner è un Edinson Cavani ancora una volta incontenibile.

La formazione di Massimiliano Allegri ipoteca la vittoria nelle fasi iniziali di gara. Dopo otto minuti Zlatan Ibrahimović si trasforma in assist-man e serve Clarence Seedorf, che supera Antonio Mirante e deposita in rete. Al 17’ è invece Antonio Cassano a festeggiare il primo gol nel Milan, dopo una pericolosa sortita offensiva del Parma con Antonio Candreva: Fantantonio, servito da Gennaro Gattuso, supera il portiere avversario con un preciso tocco di destro.

Nella ripresa i rossoneri, con un altro strappo, mettono il punto esclamativo sul successo. Al 62’ Robinho mette dentro approfittando del movimento di Ibra, cercato da Cassano. Tre minuti dopo il brasiliano si ripete, servito ancora dal talento barese che supera con un tunnel Alessandro Lucarelli. Finisce in trionfo per il Milan, che dopo due pareggi consecutivi ritrova la vittoria e sale a quota 52; il Parma, al terzo ko nelle ultime quattro giornate, resta quindicesimo a 26.

All’Olimpico, il colpo corsaro del Napoli ai danni della Roma emette due verdetti: la squadra di Walter Mazzarri è da scudetto, quella di Claudio Ranieri è in crisi. Dopo un primo tempo equilibrato, con occasioni su entrambi i fronti, nella ripresa si scatena Cavani: in apertura di ripresa l’uruguaiano trasforma un calcio di rigore concesso per un fallo di Juan su Marek Hamšík, allo scadere mette dentro sotto misura su cross di capitan Paolo Cannavaro.

Super Cavani raggiunge quota 20 reti – sempre più capocannoniere della serie A – e trascina il Napoli al successo in casa della Roma dopo 18 anni, rimanendo in scia del Milan. I giallorossi, alla seconda sconfitta consecutiva, vedono allontanarsi pericolosamente il quarto posto e la zona UEFA Champions League.


 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©