Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

QUANTI ELOGI!

La UEFA dedica un articolo a Lavezzi


La UEFA dedica un articolo a Lavezzi
27/02/2012, 18:02

Le avvisaglie del risveglio si erano viste nella rete segnata al 90′ a completare il 3-0 in casa dell'ACF Fiorentina nella 24ma giornata della serie A, seguita poi dall'esplosione agli ottavi di UEFA Champions League martedì scorso con una stupenda doppietta segnata nel 3-1 rifilato al Chelsea FC, ma Ezequiel Lavezzi ha completato l'opera segnando il gol vittoria dell'SSC Napoli contro l'FC Internazionale Milano nel posticipo domenicale al San Paolo. Per nulla scosso dalle critiche ma conscio, "con umiltà", del lavoro da fare il Pocho ha messo subito in atto il proposito di migliorare in zona gol, come ha detto ai media: "I gol? Sto lavorando per perfezionarmi, credo sia l'unica dote che mi manca, e se riuscirò a essere continuo diventerò un giocatore diverso". Detto fatto, dalla rete alla viola, il 26enne attaccante della nazionale argentina ha segnato 4 reti in tre partite consecutive, cosa che non gli era mai successa prima, con la ciliegina del fantastico colpo da biliardo che ha permesso ai campani di battere un'Inter arroccata a difesa del pari, e di rilanciare gli Azzurri alla grande anche in campionato: "È senza dubbio una vittoria che ci galvanizza – ha detto il Pocho a fine gara –, perché accresce ulteriormente la fiducia in noi: questo Napoli può lottare per i primissimi posti". Con la vittoria di ieri sera, il Napoli consolida il quinto posto in campionato ma visto lo stato di grazia della squadra e i segnali di continuità che sta lanciando, è lecito per gli uomini di Walter Mazzarri sognare il terzo posto e c'è da credere che la lotta con Udinese Calcio e SS Lazio per l'ultima piazza valida per qualificarsi alla Champions League dell'anno prossimo sarà agguerrita fino all'ultimo: "Ce la giocheremo, sono innamorato di questi ragazzi, credo che nessuno avrebbe pensato quando sono arrivato qui, di arrivare a traguardi come questo". Continuità è la parolina magica, quella che è mancata al Napoli in autunno, quando, nonostante la cavalcata nel girone europeo, spesso in campionato le cose non giravano e il club ha perso la possibilità di lottare per le prime due posizioni, ma adesso tutto è cambiato: la squadra non prende gol da 470 minuti in serie A ed è in serie utile da 5 gare, anche se ora dovrà andare a Parma domenica senza il nuovo "The Wall" difensivo, Salvatore Aronica, espulso ieri per fallo da ultimo uomo. Ma, senza dimenticare il bomber Azzurro, Edinson Cavani, che con le sue quindici reti in campionato è una garanzia là davanti, adesso il Napoli sa di avere un'arma in più, un Lavezzi esploso definitivamente, come chiosa lo stesso Mazzarri: "I gol di Lavezzi? Il Pocho ha fatto passi da gigante anche come realizzatore, ormai è un campione e se diventa anche un bomber diventa un fuoriclasse assoluto". Serie A a parte, c'è il ritorno degli ottavi a Stamford Bridge, tana del Chelsea, che li aspetta, il 14 marzo, chissà che non sia l'occasione buona per realizzare altre magiche imprese.

Fonte: UEFA.com

 

Commenta Stampa
di Marco Marino
Riproduzione riservata ©