Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LA CORSA VERSO L'EUROPA

La volata Champions


La volata Champions
24/04/2010, 12:04

In pochi, ad inizio stagione avrebbero immaginato che a quattro giornate dalla fine ,avremmo assistito ad una lotta tanto serrata per l'ultimo posto Champions tra Sampdoria, Palermo e Napoli. Nessuno avrebbe pensato al fallimento della Juventus,alle difficoltà della Fiorentina e al campionato mediocre del Genoa. Ecco così spuntare per il quarto posto tre formazione considerate in progresso alla vigilia, composte da ottime rose, ma che era difficile pronosticare tanto in alto ad Aprile.  E' interessante analizzare nello specifico queste squadre reparto per reparto, mettendole a confronto. Procedendo in ordine di classifica, troviamo la Sampdoria , quarta  con 57 punti. La formazione di Del Neri, ha avuto un ottimo inzio di torneo che l'ha portata addirittura prima in classifica, dopo il quale è calata ed in pochi potevano pensare ad un finale così importante. La Sampdoria è squadra che Marotta ha costruito ad immagine e somiglianza del proprio tecnico. La difesa è tutto sommato quella dell'anno scorso e non annovera grandi individualità. E' il centrocampo uno dei punti di forza; centralmente ci sono Palombo, Tissone e la giovane scoperta Poli, un vero gioiellino, mentre sulle fasce si alternano Mannini, Semioli, Padalino e Zenoni. L'attacco si avvale della qualità di Pazzini e Cassano con l'alternativa Pozzi , che aveva tolto il posto al funambolo di Bari vecchia, prima di essere fermato da un infortunio. Quinta in classifica, con 55 punti è il Palermo. Dopo l'inizio stentato di Zenga, i siciliani hanno trovato slancio con l'arrivo del tecnico  Delio Rossi. Il pacchetto difensivo dei rosanero è composto sugli esterni da Balzaretti e Cassani, centralmente ci sono Gojan, Bovo ed il talento Kjar che molte squadre europee corteggiano. In porta c'è la scoperta Sirigu che vanta già una convocazione in nazionale. A centrocampo, Liverani, Bresciano, Nocerino, Bertolo, Simplicio, Migliaccio e Blasi. L'attacco è costruito con giocatori giovani quali Pastore,che però deve ancora dimostrare molto in Italia, Cavani, Hernandez, Miccoli e Budan. Giungiamo quindi al Napoli, sesta classificata con 52 punti. La squadra di De Laurentiis, nonostante qualche carenza in organico, paga le prime sette giornate di Donadoni. Infatti, l'arrivo di Mazzarri ha cambiato tutto. La squadra ha mutato mentalità, gioca sempre per vincere, su ogni campo e contro qualsiasi avversario. In 27 partite , il tecnico toscano ha messo insieme 45 punti, frutto di 11 vittorie , 12 pareggi e 4 sconfitte, un paio delle quali dovute ad arbitraggi scandalosi (Udinese e Fiorentina ). E' lecito pensare che con Mazzarri in panchina dall'inizio, il Napoli avrebbe molti punti in più in classifica. La difesa azzurra costituisce di certo il reparto più ricco di scelte della squadra; annovera infatti, Cannavaro, Campagnaro, Rinaudo, Aronica, Grava e il ritrovato Santacroce. Sugli esterni, Maggio, Zuniga e Dossena, il quale ancora deve dimostrare le proprie qualità. A centrocampo, centralmente ci sono Gargano e Pazienza, i quali lavorano senza possibilità di tirare il fiato da mesi;in alternativa ci sono Cigarini e Bogliacino che però  Mazzarri non vede bene. In attacco, Lavezzi, Quagliarella, Denis, Hamsik ( centrocampista offensivo ) e l'oggetto misterioso Hoffer. In definitiva, confrontando gli organici delle tre squadre, pare che il più completo sia quello del Palermo, il calendario peggiore nelle ultime giornate lo ha la Sampdoria, mentre il Napoli è la squadra che gioca il calcio migliore. Sarà una volata entusiasmante fino alla fine. La 38esima giornata prevede Sampdoria- Napoli, auguriamoci che dopo aver festeggiato la risalita in A in quel di Marassi, gli azzurri possano ottenere anche la qualificazione Champions in quello stadio.

Commenta Stampa
di Gianluca Cammarota
Riproduzione riservata ©