Sport / Motorsport

Commenta Stampa

L’alba di una nuova era: il BMW Group inizia la produzione in serie dell’auto elettrica BMW i3 a Lipsia


L’alba di una nuova era: il BMW Group inizia la produzione in serie dell’auto elettrica BMW i3 a Lipsia
19/09/2013, 09:38

Lipsia/Monaco. Il BMW Group è entrato oggi in una nuova era per l’industria automobilistica con l’inizio della produzione in serie della BMW i3. Il primo veicolo elettrico del mondo progettato espressamente per questo tipo di sistema propulsivo è il risultato di un’impostazione omnicomprensiva dello sviluppo che mira a ridurre i consumi di carburante e le emissioni nelle aree urbane. Standard altissimi di sostenibilità e di efficienza delle risorse sono stati ottenuti anch’essi nella selezione dei materiali e dei processi produttivi impiegati. Questa è la prima volta che plastica rinforzata con fibra di carbonio (CFRP) è utilizzata nella produzione in serie di automobili. La struttura della carrozzeria della BMW i3 consiste esclusivamente di questo materiale estremamente leggero e resistente, permettendo così di controbilanciare il peso extra delle batterie per il sistema propulsivo elettrico. Con l’industrializzazione del processo produttivo della CFRP, il BMW Group è diventato il primo costruttore automobilistico del mondo ad utilizzare questo materiale nella produzione di veicoli economicamente fattibili.

Nel solo stabilimento di Lipsia, sono stati investiti circa 400 milioni di euro in nuove strutture e macchinari per la produzione dei modelli BMW i e sono stati creati 800 nuovi posti di lavoro. Inoltre, la rete produttiva per la BMW i vede la fabbricazione dei componenti chiave per la BMW i3 presso impianti del Gruppo o in joint venture dislocati a Moses Lake negli Stati Uniti e a Wackersdorf, Landshut e Dingolfing in Germania. L’azienda ha investito un totale di circa 600 milioni di euro nella rete produttiva della BMW i ed ha creato più di 1.500 posti di lavoro.

La produzione in serie della BMW i3 è iniziata oggi alla presenza del Governatore dello stato della Sassonia, Stanislaw Tillich, del Sindaco di Lipsia, Burkhard Jung e del Membro del Consiglio di Amministrazione di BMW AG per la produzione, Harald Krüger. La prima BMW i3 uscita dalla linea di assemblaggio è stata scelta come auto di testa per la Maratona Internazionale di Berlino il 29  settembre ed è stata consegnata al maratoneta tedesco Jan Fitschen. Le consegne della BMW i3 ai clienti in Germania ed in altri paesi europei inizieranno a novembre, seguite dal lancio, nei primi mesi del 2014, negli USA, in Cina ed in altri mercati.

“La giornata di oggi rappresenta una pietra miliare nello sviluppo della nostra azienda,” ha detto il capo della produzione BMW, Harald Krüger. “Stiamo scrivendo la storia con la BMW i3. Non è soltanto perché questa è la nostra prima auto elettrica ad arrivare su strada, ma anche perché stiamo ridefinendo completamente la sostenibilità riguardo alla mobilità personale grazie a tecnologie e a processi all’avanguardia”. Infatti, l’intera catena del valore è dedicata alla sostenibilità e all’efficienza: “Per la produzione dei modelli BMW i – ha aggiunto Krüger – utilizziamo il 50% in meno di energia ed il 70% in meno di acqua, attingendo a fonti di energia elettrica prive di emissioni di CO2 grazie a turbine eoliche in loco”. Questa enorme riduzione nei consumi di energia e di acqua può essere attribuita principalmente all’eliminazione dei tradizionali processi di verniciatura delle carrozzerie in acciaio e in alluminio.

Stanislaw Tillich è felice per il fatto che questo nuovo capitolo della storia automobilistica sarà scritto nello stato federale che lui amministra: “Sono orgoglioso che abbiamo un costruttore automobilistico talmente innovativo qui in Sassonia e che BMW sta producendo la BMW i3 nel suo stabilimento qui a Lipsia. Ciò prova che la Sassonia è uno stato attraente in termini d’istituti di ricerca e d’istruzione, di infrastrutture e, ancora più importante, di persone altamente qualificate e motivate”.

Il Sindaco di Lipsia, Burkhard Jung, è d’accordo: “Lo stabilimento BMW è stato un dono del cielo per la nostra città fin dall’inizio e continua a servire da motore per la creazione di posti di lavoro. Dal momento che BMW ha deciso di basare la sua produzione di veicoli elettrici qui, le prospettive per l’area locale sono estremamente positive”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.