Sport / Motorsport

Commenta Stampa

L’alleanza renault-nissan registra sinergie record


L’alleanza renault-nissan registra sinergie record
01/07/2013, 11:15

L’Alleanza Renault-Nissan ha registrato sinergie da record, raggiungendo i 2,69 miliardi di euro nel 2012, molto al di sopra del valore di 1,75 miliardi di euro registrato l’anno precedente.Questo aumento del 54% indica chiaramente che lo slancio della partnership è in continua ascesa. Formata nel 1999, la collaborazione tra Renault e Nissan è la più duratura e produttiva partnership interculturale nel settore automobilistico. (Vedi video: http://www.media.blog.alliance-renault-nissan.com/news/4350).Le sinergie derivano principalmente dalla riduzione e dall’eliminazione di alcuni costi. Ogni anno vengono contemplate solo le nuove sinergie, non quelle cumulative.La collaborazione tra Renault e Nissan è aumentata a livello mondiale, in particolare nei mercati emergenti, dove entrambe le aziende stanno ampliando la loro presenza industriale.

“Le sinergie e le maggiori economie di scala consentono a Renault e a Nissan di competere nell’élite delle case automobilistiche a livello globale”, ha affermato Christian Mardrus, Direttore Generale Logistica e Ufficio del Presidente dell’Alleanza Renault-Nissan. “Prevediamo di beneficiare di sinergie ancora maggiori nel tempo, in particolare nei mercati emergenti come Brasile, Russia, India e Cina.”

Il potenziale maggiore è rappresentato dalle aree acquisti, gruppo moto-propulsori e ingegneria

Come negli anni precedenti, le divisioni che hanno contribuito maggiormente alle sinergie nel 2012 sono state gli acquisti (851 milioni di euro), la progettazione dei sistemi di moto-propulsione (709 milioni di euro) e quella dell’ingegneria dei veicoli (546 milioni di euro).Le sinergie provengono sempre di più dall’Asia e dai mercati emergenti come la Russia, dove le due aziende producono veicoli e propulsori nei medesimi impianti.Lo stabilimento dell’Alleanza a Chennai, in India, ad esempio, è sede del più esteso progetto di piattaforma condivisa nell’ambito dell’Alleanza. Lo stabilimento, che ha una capacità produttiva annua di 400.000 unità, realizza veicoli sia Renault, sia Nissan, destinati all’esportazione e al mercato locale. In Russia, l’Alleanza produce in modo congiunto con AVTOVAZ, la maggiore casa automobilistica russa, nella stessa struttura presso Togliatti. Lo scorso anno l’Alleanza ha acquisito una quota di controllo nell’azienda russa, che produce l’iconico marchio LADA attraverso una joint venture con la società statale Russian Technologies.                                               In Corea del Sud, l’anno prossimo Nissan comincerà a realizzare la nuovissima Rogue presso l’impianto Renault Samsung Busan. Nel 2012, prima dell’inizio della produzione del SUV, l’Alleanza ha segnato importanti miglioramenti in termini di costi del processo produttivo. Tali miglioramenti consentiranno di aumentare la produzione di Nissan Rogue, ottimizzando l’efficienza dell’intero impianto.Dal 2009, tutti gli acquisti dell’Alleanza vengono gestiti dalla Renault Nissan Purchasing Organization, la più grande struttura comune dell’Alleanza. Grazie alle economie da scala da 8 milioni di unità dell’Alleanza, RNPO è in grado di negoziare prezzi migliori rispetto a quanto riescano a fare singole aziende più piccole.Le sinergie nel campo della propulsione derivano dagli scambi e dagli sviluppi gestiti in collaborazione, che interessano cambi e motori. A partire dalle rispettive storiche aree di eccellenza, Renault si è specializzata nei motori diesel e benzina downsized e nelle trasmissioni manuali, mentre Nissan punta su motori a benzina aspirati e trasmissioni automatiche.Le sinergie attribuite alla progettazione dei veicoli derivano soprattutto da piattaforme condivise e componenti comuni.

Common Module Family

Nel 2012 l’Alleanza ha iniziato a generare sinergie da un nuovo approccio chiamato Common Module Family (CMF), che comporta il consolidamento di piattaforme e componenti comuni. L’approccio CMF è un sistema condiviso che permette a Renault e a Nissan di collaborare ancora più strettamente sui prodotti, e secondo le attese creerà importanti ulteriori sinergie in futuro.L’architettura CMF sarà estesa gradualmente a tutti i modelli Renault e Nissan tra il 2013 e il 2020, partendo dalle auto dei segmenti compatte e grandi per poi proseguire con i rimanenti.Con CMF, l’Alleanza risparmierà il 30-40% sui costi iniziali per ciascun modello e il 20-30% sui costi dei componenti.Oltre alle funzioni a monte della filiera, nei prossimi anni anche divisioni come le vendite e il marketing contribuiranno all’aumento delle sinergie.

L’ALLEANZA RENAULT-NISSAN

L’Alleanza Renault-Nissan è una partnership strategica tra la francese Renault (la cui sede è a Parigi) e la giapponese Nissan (con sede a Yokohama), che insieme vendono 1/10 dei veicoli in tutto il mondo. Partner strategici dal 1999, le due aziende hanno venduto, nel 2012, 8,1 milioni di veicoli in circa 200 Paesi. Inoltre, l’Alleanza partecipa a collaborazioni strategiche con altre case automobilistiche, tra le quali la tedesca Daimler, la cinese Dong Feng e l’indiana Ashok Leyland, oltre ad aver recentemente acquisito una posizione di maggioranza in AVTOVAZ, principale produttore di auto in Russia.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©