Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

L'INTERVISTA

Lavezzi: "A Napoli per vincere, ma non sono Diego"


Lavezzi: 'A Napoli per vincere, ma non sono Diego'
17/12/2010, 16:12

Intervista esclusiva per il Corriere dello Sport a Ezequiel Lavezzi. Il Pocho azzurro ha parlato a ruota libera con le penne del quotidiano romano del suo futuro, del suo attaccamento alla maglia del Napoli e della sua spalla d'attacco, Edinson Cavani: "Quando arrivai qui, - ha detto Lavezzi - era la prima volta che mi staccavo seriamente da casa. Ero stato per un brevissimo periodo a Fermo e per un mese, mi pare, a Genova. Ma ve­nendo a Napoli, avrei dovuto modificare le mie abitudini, lasciare la famiglia e le amicizie. Ricominciare, insomma".
"Come vivo a Napoli? Sento l’affetto della gente, sempre. La avverto in campo e fuori. Per noi calcia­tori, però, è meno semplice di quello che sembra. Tutti pensano all’aspetto econo­mico, ci ritengono ricchi e basta, dei pri­vilegiati che non hanno problemi. E’ ve­ro che siamo fortunati, ma è anche vero che facciamo sacrifici. Sono cosciente che il calcio sia un fenomeno di massa, che probabil­mente è anche giusto che vada così, per­ché scateniamo passione e questo affetto rappresenta il grazie che la gente ci vuol dare. Però una pizza, una cena da ragaz­zo come tutti gli altri mi piacerebbe, ogni tanto".
"Napoli mai domo? Siamo da tempo una squadra piena di talento, ma prima eravamo giovani e adesso stiamo invece maturando a vista d’occhio. Il segreto, penso, sia in un uomo che si è rivelato la persona giusta per correggere i nostri sbagli. Il salto di qua­lità lo stiamo facendo con Mazzarri".
"Cavani? Cavani è un grandissimo, con lui mi intendo alla perfezione".
"Io come Maradona? Ma non sono neanche un quarto di Diego e penso che a me non tocchi, dun­que, neppure un quarto delle pressioni che sfioravano lui. Ma stiamo parlando del più grande".
"Dove sarò a Natale? Con i quaranta bambini dell’Ansur perchè quando vedo sorridere un bambino mi sento veramente felice".

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©