Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

IL LEADER

Lavezzi, chi fa con te fa per tre


Lavezzi, chi fa con te fa per tre
21/04/2010, 08:04

Con la doppietta al Bari ha ridato le speranze di Champions al Napoli, ma è da quando che è rientrato che ha segnato una svolta nei numeri della squadra. Senza Lavezzi il Napoli ha giocato 6 partite, da Napoli-Palermo a Siena-Napoli e fatto collezione di 0-0. 4 risultati a reti bianche (Palermo, Genoa, Siena, Inter) su 6 partite, roba da calcio anni ’70, 3 reti segnate (media di 0,50 gol a partita) ed 1 solo assist. Lavezzi rientra con un minutaggio importante in Napoli-Roma, e da allora gioca 9 partite di fila nelle quali il Napoli segna 14 gol (media di 1,5 gol a partita) con ben 10 assist (di cui 3 proprio di Lavezzi).
In pratica, con Lavezzi in campo il Napoli ha triplicato il proprio potenziale offensivo in termini di gol, ed elevato esponenzialmente la propria media di assist a partita, indice del fatto che con il Pocho in campo non solo si segna di più ma si costruisce gioco.
Viene da ridere allora, quando si sente ancora dire dai puristi del gioco di squadra (vedi mister Sacchi) che Lavezzi è un giocatore anarchico che non gioca per il collettivo. I numeri parlano chiaro, Lavezzi fa la differenza, e vederlo rincorrere Alvarez per aiutare Zuniga dà l’idea che siamo di fronte ad un giocatore che è nel pieno di un processo importante di maturazione, che lo porterà a diventare entro breve un grandissimo campione a livello internazionale, senza tema di smentita da chi sale in cattedra la domenica pomeriggio in TV.

Diego Nobile

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©