Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LO SCRIVE LA GAZZETTA

Lavezzi e Barrientos, oggi il faccia a faccia


.

Lavezzi e Barrientos, oggi il faccia a faccia
25/03/2012, 11:03

Sotto col campionato, adesso. Messa al sicuro la finale di coppa Italia, ora il Napoli concentrerà le proprie energie sul terzo posto, l’obbiettivo unico che gli assicurerebbe la partecipazione alla prossima Champions League. Ci crede l’ambiente napoletano, confortato pure dalla forza evidenziata dalla squadra in questa stagione. Sarà necessario, tuttavia, sommare altri punti pesanti dopo il pareggio ottenuto a Udine la scorsa settimana. E sarà importante saper concretizzare anche il vantaggio che potrebbe derivare dal fattore campo: oggi, il San Paolo ospiterà il Catania, tra le formazioni più in forma del momento. La sfida è suggestiva, in ogni modo, sarà caratterizzata dalla presenza di tanti giocatori argentini: ne dovrebbe schierare sette, Vincenzo Montella, mentre Mazzari si affiderà a Campagnaro, Lavezzi e Fernandez.

Amici contro Ce ne saranno due in campo: il Pocho e Pablo Barrientos, talenti puri, che si ritroveranno dopo i trascorsi vissuti insieme nel San Lorenzo, dove entrambi sono cresciuti. Due carriere parallele, fino a quando il giovane trequartista del Catania non è costretto ad uno stop di sette mesi per un grave infortunio al ginocchio destro (rottura del crociato).Maè proprio nel periodo di inattività che Pietro Lo Monaco, l’amministratore delegato del club etneo, decide di portarlo in Italia investendo 4 milioni di euro nel suo acquisto. La fortuna, tuttavia, non assiste questo ragazzo dal fisico fragile,madal talento puro: soltanto da quest’anno è diventato protagonista col Catania. Ed oggi pomeriggio proverà ad evidenziare quelle doti tecniche che convinsero Pier Paolo Marino, l’ex direttore generale del Napoli, a trattarne la cessione col San Lorenzo proprio per affiancarlo nuovamente a Lavezzi. L’infortunio al ginocchio, però, fece saltare l’operazione

Lavezzi super C’è un terzo posto da raggiungere, in ogni modo. Una condizione necessaria per evitare che qualcuno del tridente possa pensare di andare altrove. Uno di essi, appunto, è Ezequiel Lavezzi, l’idolo incontrastato del San Paolo e dei tifosi napoletani. Intorno al suo talento De Laurentiis ha costruito un organico di assoluta qualità che soltanto per inesperienza ha mancato la qualificazione ai quarti di finale di Champions League e che oggi pomeriggio potrebbe avere l’opportunità di agganciare o, addirittura, superare la Lazio se la stessa dovesse pareggiare col Cagliari. Il Napoli, ovviamente, dovrà battere il Catania. E per farlo, Mazzarri si affiderà ai suoi tre attaccanti. Lavezzi, con Cavani, vive un momento esaltante. I suoi gol non sono più una rarità,ma una certezza per i compagni e per l’ambiente, concentrato com’è sulla rincorsa al terzo posto. Nelle ultime quattro partite giocate ha realizzato altrettante reti, mentre complessivamente ne ha segnate 8 in campionato e 2 in Champions League. Insomma, un valore aggiunto ad un potenziale offensivo che è secondo soltanto a quello del Milan.

FONTE: GAZZETTA DELLO SPORT

Commenta Stampa
di Luigi Russo Spena
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.