Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

MAZZARRI SPRONA

"Lavezzi in doppia cifra? Ha tutto, basta volerlo"


'Lavezzi in doppia cifra? Ha tutto, basta volerlo'
05/09/2011, 18:09

Un anno dopo, riecco Cesena: là dove cominciò la perso­nalissima scalata alla Champions, il primo scatto d'una folle corsa verso l'Olimpo del calcio: «E' quello uno dei sogni, chiaramen­te». L'alba del nuovo giorno, nel «Manuzzi» assolato, la quinta di campionato all'asciutto, quando il Pocho si scioglie e comincia ad es­sere se stesso: sabato si riparte, ri­pensando a quel dì, ventisei set­tembre 2010, rete di Parolo, Na­poli in svantaggio e poi la mattan­za. Quattro a uno, ma in che modo: con Lavezzi che pareggia, poi si mette a giocare con Hamsik e Ca­vani e dilaga. Il quinto Lavezzi ri­comincia da un tetto mai raggiun­to, le dieci reti, che Mazzarri inve­ce ritiene nelle corde di un attac­cante che deve solo convincerci delle proprie possibilità e credere maggiormente in se stesso: «Ha potenza, forza e capacità tecniche: può andare benissimo in dop­pia cifra, se solo lo vorrà».
Il pri­mo Lavezzi (2007-2008) s'è ferma­to a quota otto; il secondo e il ter­zo a sette reti; l'anno scorso, il mi­nimo personale, con sei reti e pe­rò la Champions. Negli ultimi due campionati ha accentuato una sua tendenza: gli piace, o gli viene me­glio, fregare le difese avversarie soprattutto in trasferta. Ieri come l'altro ieri, non ha perso l'abitudi­ne di regalare assist: il Robin Ho­od dell'area di rigore, regala a chi ha più bisogno d'una rete: «Perché per me un passaggio smarcante ha lo stesso valore».
FONTE: CORRIERE DELLO SPORT

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©