Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

POCHO SHOW

Lavezzi si rilassa a Nerano... che fisico!


Lavezzi si rilassa a Nerano... che fisico!
30/08/2011, 12:08

Lo sciopero dei calciatori ha regalato qualche giornata di vacanza e di mare in più al Pocho Ezequiel Lavezzi che ieri con la sua apparizione ha movimentato la tranquilla giornata di fine estate nella baia di Nerano, conclusasi con il festoso “arrembaggio” in canoa di una decina di bambini all’imbarcazione dell’amato fuoriclasse azzurro.
Lavezzi è arrivato ieri mattina a bordo del suo Pershing 75 di quasi 25 metri, equipaggiato di ogni comfort, che ha acquistato dal campione del mondo Fabio Cannavaro. Partito dal Molo Luise di Mergellina, Lavezzi, assieme alla sua nuova “fiamma”, la modella argentina Yanina Screpante, un altro amico e due amiche di lei, tutti sudamericani, ha fatto rotta verso Punta Campanella per ormeggiarsi davanti alla spiaggetta neranese dei lidi “La Plancia” e “La Perla”.
Da qui, dopo un breve bagno, il Pocho e i suoi amici, sono sbarcati a Marina del Cantone per andare a mangiare al ristorante “I Quattro Passi”, dello chef e patron Antonio Mellino. E il pranzo deve essere stato all’altezza della fama di quello che è considerato uno dei primi dieci ristoranti in Italia, tanto che Lavezzi ha commentato in serata sul suo account di Twitter: «Pranzo ai Quattro Passi, che spettacolo!», postando anche alcune foto del pranzo e della incantevole baia di Nerano scatatte col suo cellulare .
Tornato a bordo, è scattato il fuori programma. Una decina di bambini e bambine dei lidi La Plancia e La Perla ha raggiunto lo yacht a bordo di canoe chiamando a gran voce il Pocho. Nulla ha potuto fare il body guard per arginare il festoso assalto e respingere i piccoli pirati. Lavezzi e le sue amiche sono usciti dalle cabine per accogliere gli inaspettati ospiti e firmare numerosi autografi su t-shirt e foglietti volanti, per la gioia dei piccoli tifosi.
Che prima di abbandonare la “preda” hanno voluto farsi giurare dal Pocho che mai e poi mai lascerà il Napoli.
FONTE: IL ROMA

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©