Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

IL POCHO CI CREDE

Lavezzi suona la carica: "Battiamo il Chelsea"!


Lavezzi suona la carica: 'Battiamo il Chelsea'!
15/02/2012, 12:02

Nel corso della presentazione del proprio sito ufficiale, Ezequiel Lavezzi ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni di Sky, rispondendo alle domande del giornalista Massimo Ugolini e a quelle che giungevano dallo studio di Sky Sport24.

Ecco quanto evidenziato da PensieroAzzurro.com:

“Come sto? Sto bene, nel calcio moderno un calciatore ha bisogno di un proprio sito e poi io non amo troppo parlare con la stampa, in questo modo posso sentire la gente più vicina e restare in contatto con i tifosi. Il sito, inoltre, mi dà l’opportunità, con l’aiuto del Napoli di fare beneficenza con la mia associazione”.
“La vittoria sul Chievo è stata fondamentale, perché è importanteritrovare fiducia per affrontare il Chelsea nel migliore dei modi”.
“Cosa ho scritto sul sito in napoletano? Mi imbarazza dirlo, non so parlare bene il dialetto”…
“Sogno la finale di Coppa Italia, ma Napoli-Chelsea sarà una delle gare più importanti della stagione, senza dubbio”.
“Se resto a Napoli? Non è mai arrivato niente, sto benissimo a Napoli ed ho un contratto ancora lungo, sono tranquillo e voglio continuare la mia esperienza in azzurro”
“Come viviamo l’attesa della sfida con il Chelsea? Siamo tranquilli, anche se sappiamo che è una partita che può segnare la nostra stagione. Abbiamo fiducia l’uno nell’altro, questo gruppo ha la forza per affrontare questi impegni”.
“Quanti tatuaggi ho? Non lo so nemmeno io, più di 20 sicuro, ma magari ne faccio altri”…
“Non so se la Coppa Italia è il traguardo più serio, ma ci teniamo tanto perché è anche quello più vicino”.
“Terzo posto? E’ possibile raggiungerlo se troviamo continuità nei risultati, solo così potremo pensare di farcela. Oggi, però, la realtà dice che non abbiamo quella continuità”.
“Se sono mai stato vicino alla Juve? Mai saputo niente, poi al limite sono le società che si parlano”…
“Come va con Mazzarri? Abbiamo un buon rapporto, ottimo direi. Tutti quanti lo abbiamo, non solo io. La forza del tecnico è nel suo modo di gestire il gruppo, cosa che fa benissimo”.
“Che aria tira nello spogliatoio del Napoli? Siamo tutti sereni e sappiamo dell’importanza che hanno queste partite che dovremo affrontare, siamo convinti di poter passare il turno, anche in Champions”.
“Chi temo di più del Chelsea? Nessuno, credo che il calcio sia un gioco di squadra, non decidono i singoli. Non dobbiamo a pensare a loro, ma a fare il nostro. Dobbiamo avere fame per passare il turno, ma penso che ce la faremo”.
“Ugolini? Mi è molto simpatico, perciò sono rimasto a parlare con voi”!
“Sono importante per il Napoli? Lo so, ma qui siamo tutti importanti e se tutti siamo positivi, usciremo da questo periodo in fretta”.
“Un mio limite? Sicuramente dovrei segnare di più, però le cose potrebbero cambiare prima o poi… Basti pensare a Cavani: prima di arrivare a Napoli non segnava mica così… Magari, un giorno divento un bomber pure io”!
“Il terzo posto, non per mancanza di fiducia, ma è meno nei miei pensieri, anche perché gli altri due traguardi sono più vicini”.

Commenta Stampa
di Pietroalessio di Majo
Riproduzione riservata ©