Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

PARLA IL POCHO

Lavezzi: "Vinco la Coppa America e resto a Napoli"


Lavezzi: 'Vinco la Coppa America e resto a Napoli'
18/06/2011, 13:06

In ritiro con la sua nazionale in vista della Coppa America, l'attaccante azzurro Ezequiel Lavezzi ha rilasciato alcune dichiarazioni a "Il Mattino" in merito al suo futuro, al mercato e agli obiettivi personali e di squadra.
"La Coppa America è un torneo molto importante, ci sono tante squadre forti che possono provare a vincere il trofeo. L'Argentina non vince la Coppa da tempo e questa ci sembra una buona occasione anche perché abbiamo ottimi giocatori. La mia speranza, quella di tutto il gruppo, è conquistare la coppa anche per dare una grande gioia ai tifosi che vivranno da vicino l’evento. La loro spinta sarà utilissima. Spero di avere un'opportunità e di poterla sfruttare bene, tentando di far parte della Seleccion in pianta stabile. Dipende tutto da me. E mi auguro di avere anche una mano da Dio".
Dall'Argentina al Napoli: Mazzarri alla fine è rimasto e la squadra azzurra si appresta ad affrontare una stagione molto impegnativa.
"È perfetto che il tecnico possa continuare nel suo lavoro. Nell'ultima stagione abbiamo sfruttato una grande opportunità. A volte sarebbe servita un po' più di esperienza, però siamo riusciti a centrare il risultato. Non sarà facile ripetersi".
Quali squadre vorrebbe il Pocho nel girone di Champions?
"Non scelgo gli avversari: vanno bene quelli che ci toccano".
Tante voci parlano di una possibile cessione di Lavezzi.
"I primi anni a Napoli sono stati difficili per me. Ho fatto fatica ad adattarmi alla città ed ho commesso degli errori che avrei potuto evitare, adesso so come comportarmi. Sotto l’aspetto calcistico credo che il mio primo anno in Italia sia stato il migliore. Forse in questa stagione il mio rendimento potrebbe essersi notato di più perché tutta la squadra si è espressa su alti livelli. Mi manca soltanto segnare qualche gol in più. Se ne avessi fatti ancora un paio, questa stagione sarebbe stata migliore. Sono un attaccante e dovrei esultare di più. In ogni caso io sto bene a Napoli. Nessuno mi ha detto di andare da qualche altra parte".
Maradona le ha consigliato di indossare la maglia numero 10: lo farà nella prossima stagione?
"Non è la cosa più importante".
Lei ha tanti piccoli tifosi in Argentina, i ragazzi del centro di accoglienza Ansur. Li inviterebbe a Napoli per una partita?
"Sì, lo farei volentieri. Seguo da anni i ragazzi con mio fratello, sarebbe bella questa esperienza per loro: potrebbero incontrare altre persone e vedere altre cose".

 

Commenta Stampa
di Marco Marino
Riproduzione riservata ©