Sport / Calcio

Commenta Stampa

Un gol per tempo (Samuel e Motta) chiude la partita

Lazio-Inter 0-2: ma i laziali tifano contro


Lazio-Inter 0-2: ma i laziali tifano contro
03/05/2010, 09:05

ROMA - Una partita senza molta storia, quella del posticipo tra Lazio ed Inter. I padroni di casa iniziano con un 3-5-2 che, nelle intenzioni, deve affollare il centrocampo e ripartire sulle ali, affidando poi il compito di concludere alla coppia Floccari-Zarate; l'Inter invece gioca col suo 4-3-2-1, con Eto'o punta centrale. Ma la realtà del gioco è stata differente: l'Inter ha affondato nella difesa laziale come un coltello nel burro ogni volta che ha voluto. Solo una fantastica partita del portiere laziale Muslera ha impedito ai nerazzurri di dilagare. Ma nulla ha potuto alla fine del primo tempo quando Snejider ha crossato al centro per Samuel, che di testa dal limite dell'area di porta mette dentro. Stessa cosa al 27' del secondo tempo: cross da calcio d'angolo di Maicon e palla per la testa di Thiago Motta che da breve distanza la mette dentro. Reazioni della Lazio praticamente nessuna e così la partita si avvicina pacificamente alla fine della partita.
Ma la cosa più sconvolgente è stato lo stadio. Mai visto uno stadio dove i tifosi parteggiano apertamente per la squadra che sta vincendo contro i propri beniamini. In particolare al momento dei due gol, lo stadio è esploso in un boato di contentezza, quasi che avesse segnato la squadra di casa. Una situazione surreale, che ha sbigottito e demoralizzato gli stessi giocatori laziali. E che a questo punto fa sorgere una legittima domanda: ma i giocatori laziali hanno giocato sul serio? Oppure anche loro, come i tifosi laziali, hanno giocato semplicemente contro la Roma? In teoria ce ne sarebbe abbastanza da sollevare una inchiesta federale contro Lazio ed Inter; ma c'è volontà di indagare?

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©