Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

IL MATTINO

Lazio-Napoli, occasione di riscatto per Lavezzi


Lazio-Napoli, occasione di riscatto per Lavezzi
07/04/2012, 09:04

Le ultime prestazioni sotto tono, le scuse fatte ai tifosi su Twitter, poi l'interesse dell'Anzhi e la super offerta di sei milioni e mezzo sullo sfondo. Al centro dell'attenzione il Pocho Lavezzi, come sempre. Sulla sua condizione ha rassicurato tutti Mazzarri. "Si è allenato benissimo, non lo ho mai visto così. Lavezzi ormai è diventato un leader a tutti gli effetti e vuole riscattarsi con una grande prestazione", ha spiegato Mazzarri. Lavezzi ritrova un allenatore al quale è rimasto molto legato, Edy Reja. Con il tecnico goriziano il rapporto è rimasto molto intenso anche con il passare degli anni. L'argentino attesissimo come sempre, le sue caratteristiche sono uniche, fondamentale che stia in forma per vedere un Napoli brillante. Dalla serata di Londra con il Chelsea in poi ha avuto un rallentamento, fino al ritorno di Champions aveva fatto la differenza segnando a ripetizione. Otto le reti fin qui in campionato, il Pocho vuole raggiungere la doppia cifra e intende ripartire dallo scontro diretto con la Lazio. Partita fondamentale, una di quelle in cui il Pocho può far cambiare il vento, può essere decisivo stasera all'Olimpico. E poi su Twitter lo ha scritto subito dopo il ko con la Juve. "Sono il primo ad essere deluso, voglio riscattarmi al più presto". La prima occasione utile è questa contro la Lazio, la sfida più importante, lo scontro diretto per il terzo posto. Il Pocho in campo, come sempre Mazzarri confida su di lui. Stavolta, salvo ripensamenti dell'ultima ora, dovrebbe essere un super attacco quello schierato dal tecnico contro la Lazio. Il Pocho giostrerà con Cavani e Pandev, Hamsik sarà abbassato sulla linea dei centrocampisti, quindi più che mai ci vorrà un contributo in fase difensiva da parte di tutti i giocatori d'attacco, l'argentino in testa. Dovrebbe partire largo a sinistra e coprire di più la fascia in fase di non possesso. Il finale di stagione, una Champions da raggiungere e poi la ciliegina della finale di Coppa Italia. Conquistare qualcosa d'importante rappresenterebbe una spinta in più per costruire un futuro importante in azzurro. E ovviamente un motivo in più per restare ancora a lungo e non ascoltare le sirene russe dell'Anzhi, come pure quelle inglesi. Un passo alla volta, adesso c'è la Lazio, lo scontro diretto per il terzo posto, una partita da non fallire. E il Pocho dopo aver fallito l'appuntamento con la Juve e il nervosismo manifestato contro il Catania quando fu sostituito da Mazzarri non vuole sbagliare. Contro la Lazio la partita dell'anno.

Fonte: Il Mattino

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©