Sport / Vari

Commenta Stampa

L’azzurra Marzia Davide in corsa per le semifinali del 41 Grand Prix Usti Nad Labem


L’azzurra Marzia Davide in corsa per le semifinali del 41 Grand Prix Usti Nad Labem
11/03/2010, 14:03


ROMA - I guantoni rosa tricolore iniziano il lungo viaggio verso Londra 2012. Dopo il test match con la Nazionale Svedese, svoltosi a febbraio presso il Centro Sportivo Olimpico della Cecchignola a Roma, il primo impegno agonistico del 2010 della Squadra Azzurra Femminile, fuori dai confini, è il Torneo Internazionale Grand Prix Usti Nad Labem, che ieri ha preso il via ad Usti, in Repubblica Ceca. A rappresentare i colori della bandiera italiana sono le quotate azzurre Simona Lucarno (51 Kg.), Marzia Davide (60 Kg.) e Patrizia Pilo (Kg. 75), guidate dal Responsabile della Squadra Azzurra Femminile Cesare Frontaloni. E sul ring ceco salirà anche l’arbitro-giudice italiano Maurizio Forni. La novità del rinomato torneo ceco è l’inserimento delle tre categorie di peso femminili previste per i prossimi Giochi Olimpici (Kg. 51, 60 e 75), che si sono aggiunte alle otto maschili da sempre in gara (Kg. 57, 60, 64, 69, 75, 81, 91 e +91), per un totale di 23 paesi partecipanti (Armenia, Austria, Azerbaigian, Bielorussia, Cina, Georgia, Germania, Ungheria, India, Italia, Kazakistan, Lettonia, Lituania, Marocco, Polonia, Russia, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Tunisia e Turchia). Un appuntamento da non sottovalutare per le nostre azzurre, vista la partecipazione di campionesse mondiali ed europee, come l’ungherese Maria Kovacs (Kg. 75), due volte campionessa del mondo AIBA. Ieri, nella prima giornata di eliminatorie, a conquistare il passaggio ai quarti di finale nei 60 Kg. è stata l’azzurra Marzia Davide, di Pontecagnano, classe ’80, dell’ASD Sporting Center, vicecampionessa mondiale nel 2002, campionessa europea nel 2003 e 2004, vicecampionessa dell’Unione Europea nel 2008 e campionessa italiana per ben cinque volte, nel 2002, 2004, 2005, 2007 e 2009. Una vittoria netta contro la spagnola Maqueda, che Marzia ha superato ai punti per 8 a 0. Oggi pomeriggio si batterà contro la campionessa del mondo in carica dei 60 Kg., l'ungherese Taylor. Una sfida non semplice per l'azzurra che, però, ha già dimostrato di non arrendersi di fronte alle difficoltà. Nei 51 Kg. Simona Lucarno, di Tortona, classe ’87, appartenente al Centro Sportivo Esercito, campionessa italiana nel 2008 nei 52 Kg., vicecampionessa nel 2009 e medaglia di bronzo agli ultimi Campionati dell’Unione Europea in Bulgaria, ha dovuto cedere all’esperta russa Savelyava, campionessa europea nei 48 Kg., che ha vinto ai punti. Nulla da fare anche per il Capitano della Squadra Azzurra Femminile Patrizia Pilo, di Roma, classe ’78, prima donna pugile entrata nel Gruppo Sportivo dell’Esercito, campionessa italiana nel 2005, medaglia di bronzo ai Campionati dell’Unione Europea del 2007 ed a quelli del 2008. In un incontro combattuto fino all’ultimo, l’azzurra Pilo nei 75 Kg. purtroppo non ce l’ha fatta a portare il colpo della vittoria, perdendo ai punti contro la bulgara Lazarova.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©