Sport / Vari

Commenta Stampa

L'azzurra Marzia Davide rappresenterà il pugilato femminile italiano ai XV Campionati Mondiali AIBA Milano 2009


L'azzurra Marzia Davide rappresenterà il pugilato femminile italiano ai XV Campionati Mondiali AIBA Milano 2009
13/07/2009, 14:07

I Giochi Olimpici di Londra 2012 sono sempre più vicini per la boxe femminile. La ratifica del Comitato Olimpico Internazionale, prevista per il 13 agosto, relativa all’inclusione del pugilato femminile tra le discipline previste per le attese Olimpiadi, sembra essere quasi scontata. Ad avvalorare questa ipotesi è l’intervento dell’AIBA (Internazionale Boxing Association), che si sta adoperando affinché i guantoni rosa mondiali possano aspirare alla meta di ogni sportivo. Coinvolto in prima persona, il pugilato femminile italiano oggi ha raggiunto un grande traguardo. Il Presidente dell’AIBA Mr. Ching-Kuo Wu, con lettera ufficiale indirizzata al Presidente della FPI Franco Falcinelli, ha informato la Federazione Pugilistica Italiana di una decisione importante che vede il tricolore di nuovo sulla cresta dell’onda. L’AIBA, al fine di promuovere il pugilato femminile a livello internazionale, ha deciso di invitare, in occasione dei VX AIBA World Boxing Championships, in programma dal 1 al 12 settembre al Forum Assago di Milano, quattro atlete di alto livello per un “exhibition matches” da svolgersi prima delle attese finali. Tra queste, ad infilare i guantoni sul prestigioso ring milanese, ci sarà l’azzurra Marzia Davide, che si confronterà, nella categoria dei 57 Kg., con la quattro volte campionessa mondiale Maria Kom. L’atleta indiana ha collezionato ben quattro medaglie d’oro e una d’argento in occasione degli eventi iridati.
Un appuntamento importante per l’italiana di Pontecagnano, in provincia di Salerno, classe ’80, appartenente all’Associazione Sportiva Sporting Center, con un curriculum sportivo di tutto rispetto: medaglia d’argento ai Campionati Mondiali del 2002, campionessa europea nel 2003 e 2004, campionessa italiana nel 2002, 2004, 2005 e 2007 e medaglia d’argento agli ultimi Campionati dell’Unione Europea, svoltisi in Bulgaria dal 24 al 28 giugno, dove, dopo un periodo di assenza dal ring per maternità, per poco non è salita sul podio più alto. Dopo aver battuto in Semifinale l'agguerrita inglese Lucy Abel, è stata superata in finale dall'atleta di casa Svetlana Kamenova per preferenza della Giuria in seguito al verdetto di parità di 3 a 3.

E ora l’urlo di gioia per l’inaspettato riconoscimento: “Sono contentissima di partecipare a questo evento – commenta Marzia - che rappresenta il futuro del pugilato femminile. Tra tante atlete di valore l’AIBA ha scelto me, che per giunta sono stata lontana dal ring per un periodo. Questo significa che hanno fiducia in me e nelle mie capacità. Ce la metterò tutta per non deludere le aspettative. Questa notizia è di sicuro un input in più per allenarmi e dare il meglio in vista dei Giochi Olimpici di Londra 2012, anche perché la partecipazione della boxe femminile ai campionati di Milano senza dubbio è segno di un’apertura positiva da parte dell’AIBA e del CIO. La responsabilità che mi è stata affidata è grande. A Milano rappresenterò il pugilato femminile italiano e quindi dovrò essere pronta a dare spettacolo. A mio figlio Giovanni Federico, di due anni, avevo promesso che sarei rientrata alla grande e così è stato. L’obiettivo di Londra 2012 è solo per lui, perché finora si è sacrificato con me. Quando combatto sta con il padre e mi manca, ma a Londra ci sarà anche lui, a fare il tifo e a darmi tutta la forza ed il coraggio di cui avrò bisogno. A quell’epoca sarà un ometto di sei anni!…”.
A condividere la contentezza di Marzia è il Presidente Franco Falcinelli, soddisfatto per la bella notizia: “Grandissimo rilievo all’Italia che ancora una volta viene premiata dal punto di vista organizzativo e tecnico. Le finali dei Campionati Mondiali AIBA avranno un incontro in più per il tricolore che vedrà protagonista l’abile Marzia Davide. Con lei e con gli altri valorosi azzurri il pugilato italiano continua ad affermarsi in campo internazionale. Questa scelta, di fatto, manifesta l’intenzione da parte dell’AIBA e del CIO di ammettere la boxe femminile a Londra 2012. E noi ci saremo. La Squadra Azzurra Femminile è già all’opera per affrontare nel migliore dei modi questi quattro importanti ed impegnativi anni. Gli anni della svolta dei guantoni rosa”.
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©