Sport / Vari

Commenta Stampa

L’azzurro Scannapieco conquista il passaggio ai Quarti di Finale


L’azzurro Scannapieco conquista il passaggio ai Quarti di Finale
29/06/2011, 17:06

L’Italia continua l’avventura europea nei 66 Kg. con il campione italiano Vincenzo Scannapieco che domani nei Quarti di Finale sarà in sfida con l’armeno Jevelikyan. Al suo secondo match di campionato il campano Colella nei 50 Kg. ha dovuto cedere alla potenza ucraina. Nei 70 Kg. sul filo di lana si è aggiudicato la vittoria il turco Baris in un verdetto che ha sfavorito l’abile siciliano Cavallaro.

Come previsto, la quindicesima edizione dei Campionati Europei Junior, ex Cadetti, indetta dalla EUBC (European Boxing Confederation) ed organizzata dalla Federazione Pugilistica Ungherese, ha messo subito in mostra il buon livello degli atleti partecipanti. Giovanissimi, di età compresa tra i 15 ed i 16 anni, gli Juniores che hanno dato il via alla prova che precede i Campionati Mondiali Junior, in programma ad Astana in Kazakistan dal 20 al 30 luglio, sono stati ben 241 provenienti da 34 nazioni (Albania, Armenia, Azerbaijan, Bielorussia, Belgio, Bosnia Erzegovina, Bulgaria, Croazia, Repubblica Ceca, Danimarca, Inghilterra, Estonia, Finlandia, Georgia, Grecia, Ungheria, Israele, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Moldavia, Montenegro, Paesi Bassi, Norvegia, Polonia, Romania, Russia, Scozia, Serbia, Slovacchia, Svezia, Turchia e Ucraina). Tra questi anche gli azzurri Vincenzo Collella (50 kg), Vincenzo Scannapieco (kg. 66) e Salvatore Cavallaro (70 kg), guidati dal tecnico federale Maurizio Stecca e accompagnati dal Team Leader dott. Mariano Mazzone. Dopo l’esordio più che positivo nei Sedicesimi, però il campano Vincenzo Colella, classe ’96, dell’ASD Medaglia d’Oro e campione italiano Schoolboys nel 2010, nei 50 Kg. è stato superato dal forte ucraino Vladuslav Kutepov che lo ha battuto per 14 a 6. “Colella - commenta Stecca – ha incontrato un atleta molto più alto e rapido di lui. Non è riuscito ad entrare nel match in quanto non ha trovato la distanza giusta”.

A dover rinunciare al traguardo europeo è stato anche il siciliano Cavallaro, classe ’95, dell’ASD Raging Bull e campione italiano Juniores in carica, sfavorito contro il turco Ceyhan Baris che ha vinto per 7 a 5. “Cavallaro – continua Stecca - ha affrontato il temibile Baris ma il match si è svolto sempre in sostanziale equilibrio con una brillante prestazione del nostro azzurro che, contro un avversario di buon livello, ha dimostrato di meritare la vittoria che purtroppo non è arrivata”.

L’ultima speranza azzurra è il campione italiano Juniores Scannapieco, classe ’95, di Salerno, dell’ASD Pugilistica "Metropolis”, che ieri ha vinto contro lo slovacco Robert Racz per RSCI al secondo round. “Vincenzo – sottolinea il tecnico federale – ha battuto un atleta alla sua portata e quindi non ha avuto problemi ad impostare il combattimento stando sempre in vantaggio. Domani nei Quarti di Finale si confronterà con l’armeno Gor Jevelikyan che ha vinto brillantemente negli Ottavi di Finale contro il pugile di casa Nagy”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©