Sport / Motorsport

Commenta Stampa

Le compatte Mazda completano il test drive intercontinentale


Le compatte Mazda completano il test drive intercontinentale
09/09/2013, 11:22

Francoforte, 7 Settembre 2013. La maratona Hiroshima-Frankfurt – una vera sfida alle convenzioni – è oggi completata: dopo 15,000 km, la carovana di nuove Mazda3 ha tagliato il traguardo in perfetto orario oggi al Centro Ricerca e Design Mazda ad Oberursel, nei pressi di Francoforte.  Dotate di un design innovativo quanto la loro tecnologia, tutte le vetture hanno superato brillantemente la spedizione, dimostrando la loro robustezza e la loro appartenenza alla genealogia Mazda, fondata su una eccezionale qualità produttiva. Ben quattro di loro saranno al Salone di Francoforte di quest’anno (IAA).Nulla poteva fermarli, né buche, né camion rovesciati, mandrie di bestiame o lavori stradaliL'unica cosa che ha ritardato due vetture del Challenger Tour Mazda3 è stata la burocrazia al confine bielorusso. Quindi, se all’inizio del tour  le strade fatiscenti erano la principale  preoccupazione per la riuscita del tour, nelle tappe successive non è certamente mancato qualche momento di suspance.Ora, in attesa del via libera per attraversare il confine con la Polonia e l'Unione Europea, le due Mazda3 bloccate alla dogana dovrebbero riprendere il loro viaggio al più presto.La parte via terra del Mazda Route3 ha avuto inizio il 3 Agosto, dopo che le vetture erano state trasportate dal Giappone a Vladivostok via mare. Partendo dall’estremo Oriente Russo, hanno toccata due continenti, nove fusi orari e qualcosa come 30 città.Lungo il percorso, i Team di Mazda3 hanno incontrato una grande varietà di attrazioni, tra cui il Lago Baikal, i Monti Altai e le Kungur, caverne di ghiaccio. Si sono fermati al confine tral’Asia e l’Europa, e sono stati scortati in più di un’occasione da dozzine di Mazda, guidate dai fan locali. Nel corso dell’ultimo tratto, hanno visitato quattro diverse capitali Europee – Mosca, Minsk, Varsavia e Berlino --. Ma non importa dove le nuove Mazda3 arrivassero, in ogni posto hanno attratto folle di gente, sorrisi, amichevole curiosità e qualche volta persino degli applausi. Quindi, nonostante le gomme forate e le altre tribolazioni, il divertimento di guida è stato impeccabile e l’accoglienza calorosa ha tenuto alto il morale tra le squadre Mazda Route3

“Che avventura!  Se dovessi individuare cosa mi ha colpito maggiormente, direi di sicuro l’interazione tra le persone lungo la strada, tra i componenti del tour, con il gruppo di supporto e ovviamente anche con le vetture.! Ha dichiarato l’organizzatore Sascha Postner, che ha accompagnato il tour per tutto il percorso, da Vladivostok a Francoforte. “le nuove Mazda3 sono state così piacevoli da guidare e allo stesso tempo incredibilmente robuste e affidabili. Hanno preso tutto quello che l’Eurasia aveva da offrire.”

 

Per quanto riguarda le vetture, quattro Mazda3 saranno esposte al Motor Show di Francoforte – una sullo stand Mazda (B12 -- hall 9) e tre in un’area esterna dedicata al tour.

 

Mazda Route3

Un mezzo giro del mondo partendo dalla fabbrica in Giappone per arrivare al 2013 International Motor Show (IAA) in Germania: Il tour di 15,000km “Mazda Route3 – Hiroshima to Frankfurt Challenger Tour 2013” è la dimostrazione concreta dell’approccio di Mazda a sfidare le convenzioni. E’ la terza volta che i modelli Mazda sono stati sottoposti ad un test su strada di tipo estremo, infatti spedizioni simili a questa sono state organizzate sia nel 1977 che nel 1990. Questa volta, otto berline di nuova generazione – guidate da team di giornalisti, blogger e fan di Mazda dall’Europa e oltre, hanno oltrepassato nove fusi orari  su percorsi imprevedibili attraverso paesaggi mozzafiato e infinite differenze culturali. La parte via terra del viaggio è stata suddivisa in sette tappe attraverso Russia, Bielorussia e Polonia. La storia del convoglio Mazda Route3 può essere seguita online sul sito www.mazdaroute3.eu o via Twitter a #mazdaroute3.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©