Sport / Motorsport

Commenta Stampa

Le due settimane di passione del Circuito Internazionale del Volturno


Le due settimane di passione del Circuito Internazionale del Volturno
17/06/2012, 09:06

Per il Circuito Internazionale di Limatola sono state due settimane di autentica passione! Sono trascorsi solo quattordici giorni da quando l’impianto ha aperto i battenti, ed è già diventato il punto di riferimento degli appassionati delle stelle dell’universo motoristico della Campania. La struttura, profondamente rinnovata di recente per disegno del tracciato, presenza di servizi che agevolano la permanenza non solo dei piloti, professionalità del personale impiegato, ha raccolto giudizi positivi tra chi ha avuto modo di testarne le qualità: “Abbiamo – spiega il direttore Davide Montella  raccolto tantissime adesioni tra chi pratica la propria disciplina sportiva alla guida di un kart, una moto o un auto. La pista, lunga 1,800 metri, si presta sia per ospitare gare, sia per portare avanti lo sviluppo del proprio mezzo. Soprattutto si pone come centro dove divertirsi in sicurezza, dando sfogo ai propri pruriti. L’entusiasmo raccolto ci spinge a migliorare la qualità dei servizi, e siamo sempre attenti a quelli che sono i suggerimenti di chi ci ha fatto visita. Sul nostro sito, www.circuitointernazionaledelvolturno.it, è possibile visualizzare gli orari dei turni riservati alle varie categorie; c’è davvero spazio per tutti”. I prossimi fine settimana saranno dedicati agli specialisti della derapata in sella ad una Supermoto o dal sedile di un Kart: “Nelle – afferma Montella – domeniche del 24 giugno e del1 luglio ci saranno le gare del Trofeo Motorsannio-Metzeler e della Cup Race-Upn. Il primo è il campionato meridionale diretto da Enzo Gnerre, il secondo il campionato interregionale tra Lazio, Campania e Molise gestito da Sergio Di Dato. In entrambi i casi lo spettacolo sarà assicurato dalla grinta dei piloti. Dalle nostre tribune si avrà modo di assistere comodamente alle loro acrobazie”.

Commenta Stampa
di Alfredo Di Costanzo
Riproduzione riservata ©