Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

In 18 anni solo uno 0-0

Le festa del gol, Roma-Napoli


Le festa del gol, Roma-Napoli
16/10/2013, 16:57

NAPOLI - Da sempre si è mostrato un vero e proprio festival del gol il derby del Sole che in 84 anni gli 0-0 hanno intristito il pubblico solo 19 volte ed uno solo negli ultimi 18 anni. Protagonisti di quest'emozionante match sono stati personaggi del calibro di Amadei, Da Costa, Pruzzo, Totti da un lato, Vinicio, Sivori, Maradona, Cavani dall'altro. Proprio quest'ultimo è stato l'ultimo ed unico napoletano a lasciare il segno con una tripletta. Per capire che non si tratta di una sifda normale lo si intuisce dal primo scontro terminato 2-2 a campo Testaccio nel 1929, col giallo di un gol fantasma del Napoli. L'anno successivo troviamo i primi successi delle due squadre, auspicati da Volk e Sallustro, miti degli anni '30. Da qui una serie di incontri equilibrati. I giallorossi scatenano la reazione nell'amara Pasqua del 1959: 4-0 dopo 22' e 8-0 finale con tris di Da Costa, un tracollo storico per i partenopei. Negli anni successivi il Napoli rialza la testa rimonta una tripletta di Manfredini nel 1963, infligge quattro ceffoni nel 1971 e poi la Roma non vince per 9 anni. Perfino il dream team di Liedholm e Falcao subisce un 4-0 nel 1980 complici due autoreti. Dagli anni 80 le due squadre decollano. La Roma a cavallo dello scudettone vince cinque di fila. Arriva, poi, il tempo di Maradona che nel 1987, anno dello scudetto, sigla il successo all'Olimpico. Ricordiamo il fattaccio del 25 ottobr giornata in cui la Roma in vantaggio e con due uomini in più si fa raggiungere da Francini. La tensione del match gioca un brutto scherzo a Bagni che uscendo si rivolge alla Curva Sud col gesto dell'ombrello. Termina così lo storico gemellaggio anche se molte volte in tensione la fine del gemellaggio tra le due tifoserie.
Maradona trascina il Napoli al secondo scudetto nel 1990 grazie anche al 3-1 sulla Roma con una sua doppietta su rigore. A fine secolo il Napoli va in crisi e la Roma nel approfitta. Quando il Napoli torna in A nel 2007, un'emozionante 4-4 con pari finale di Zalayeta, l'anno successivo c'è un 1-1 contrassegnato da gravi incidenti tra tifoserie, nel 2009 una doppietta di Totti fa esonerare Donadoni. La sotria recente recita un doppio succetto nel 2010 con Hamsik e Cavani. Mentre lo scorso anno La tripletta di Cavani decide il primo match e al ritorno un 2-1 dei giallorosi con gol di Destro. Questi gli ultimi due match che chiudono la lunga storia del derby del Sud che.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©