Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LA TATTICA

Lecce - Napoli, la partita alla lavagna


Lecce - Napoli, la partita alla lavagna
07/05/2011, 15:05

Con un posto Champions in tasca, il Napoli affronta un Lecce bisognoso di punti salvezza. I salentini, che recuperano Di Michele, squalifica annullata, daranno il massimo davanti al loro pubblico per ottenere tre punti fondamentali. Dal canto suo il Napoli proverà a portarsi a casa almeno quel punticino che manca alla matematica certezza della qualificazione all'Europa che conta senza passare dai preliminari.
De Canio metterà i suoi in campo con il 4--4-2 con la coppia Di Michele - Corvia pronta a colpire. I salentini giocheranno soprattutto di rimessa cercando di rubar palla in mezzo al campo e ripartendo velocemente sulle fasce con Munari ed Olivera. Vita difficile avrà dunque Maggio che dalla sua parte dovrà vedersela con l'uruguaiano e Mensbah. I due attaccanti, veloci e tecnicamente dotati, amano spaziare su tutto il fronte offensivo per non dare punti di riferimento ai difensori avversari e aprire così ampi spazi per gli inserimenti dei centrocampisti, soprattutto del capitano Giacomazzi dotato di un gran tiro dalla distanza. Il contropiede quindi sarà l'arma dei salentini che vogliono assolutamente vincere ma che, se le cose dovessero andare male, potrebbero anche accontentarsi del pareggio visto che una sconfitta li spingerebbe con un piede in serie B.
Il Napoli, solito 3-4-2-1, dovrà cercare di bloccare il gioco degli uomini di De Canio soprattutto sulle fasce con Dossena e Maggio che dovranno essere bravi nello sviluppare la doppia fase, difesa e attacco. In attacco Hamsik, Lavezzi e Cavani, con le loro giocate in velocità e l'abilità nel saltare l'uomo, dovrebbero facilmente mettere in difficoltà una difesa che spesso ha mostrato delle carenze soprattutto sotto il profilo dell'attenzione.   

Commenta Stampa
di Marco Marino
Riproduzione riservata ©