Sport / Calcio

Commenta Stampa

Ledesma:"Non sono oriundo, mi sento italiano"


Ledesma:'Non sono oriundo, mi sento italiano'
15/11/2010, 15:11

"Io non mi sento un oriundo, io mi sento italiano”. Sono queste le prime parole di Crtistian Ledesma nel suo primo giorno da giocatore della nazionale italiana. Il centrocampista argentino della Lazio racconta il suo amore per l’Italia. “Ho conosciuto mia moglie nel salento, quando giocavo a Lecce e lì sono nati i miei due figli. In quella terra sono cresciuto come uomo e come calciatore. Io non mi considero un oriundo, io mi considero italiano. E questa e' una scelta che e' stata apprezzata anche dalla mia famiglia in Argentina, da mio padre. Se ci saranno polemiche? Io non devo rispondere a chi ne fara', ognuno puo' dire quello che vuole, io sono strafelice''. Ledesma si dice preparato anche sull’inno di Mameli. ''Lo so e sono pronto a cantarlo''. Il centrocampista argentino è il secondo oriundo dell’era Prandelli, il primo è stato l’attaccante italo-brasiliano Amauri.

Commenta Stampa
di Massimo La Porta
Riproduzione riservata ©