Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

RASSEGNA STAMPA

Leggo: Aronica, Grava e Lucarelli, gli intoccabili


Leggo: Aronica, Grava e Lucarelli, gli intoccabili
21/07/2011, 09:07

Sono intoccabili, in tre: Totò Aronica, Gianluca Grava e Cristiano Lucarelli che per un motivo o per un altro, hanno meritato insieme con tutti gli altri compagni la promozione a pieni voti nel gruppo Champions per la stagione che sta per iniziare. Gente tosta, questi tre. Addirittura più degli altri, al di là dei valori tecnici. Nel ritiro di Dimaro corrono, soffrono e sudano a tutta forza. Diciamola tutta, non sono più dei giovanotti di primissimo pelo, vantano però un cuore straordinariamente grande, un motivo di vanto per l’intero team, ma anche un esempio di dedizione ai colori, roba d’altri tempi. Ecco perchè il patron di Casa Napoli li ha voluti premiare con la riconferma. Roba d’altri tempi, roba da libro cuore. Le loro storie spiegano di che pasta sono fatti. Gianluca Grava è l’ultimo reduce del gruppo che dalla serie C è sbarcato in serie A e in Europa e De Laurentiis se lo coccola. Ha voluto rinnovargli il contratto per un altri anno per quello che ha fatto nella scorsa stagione, rispondendo alla grande in qualsiasi circostanza agli appelli dell’allenatore, marcando con successo avversari del calibro di Ronaldinho. Poi il crac, ma lui non ha mollato ed ora è di nuovo in trincea, un simbolo.
Totò Aronica è un altro dei tre Intoccabili. Prediletto di Mazzarri, perché se la gioca sino in fondo. E’ un difensore di grande affidamento giacchè il temperamento è la sua forza. Doveva andare a Bologna, ma all’ultimo momento eccolo nel gruppo al lavoro nel ritiro di Dimaro. Lucarelli, il livornese-napoletano. Stavolta lo ha voluto De Laurentiis, dopo aver parlato telefonicamente con lui: «Lucarelli ha convinto me, ed io ho convinto Lucarelli. E’ una grande persona, lo ritengo indispensabile all’interno della squadra», il patron è orgoglioso della sua decisione, ammirato dalla personalità e dal carattere del giocatore, fermo per infortunio per molto tempo. Ovviamente i tre Intoccabili a Dimaro non se ne stanno con le mani in mano. Soprattutto loro vogliono superare gli esami a cui sono sottoposti, anche per evitare eventuali nuovi arrivi. In ritiro sono tra i migliori me per loro queste settimane sono più importanti. Le conferme passano dal loro rendimento. Altrimenti a gennaio, lo ha detto De Laurentiis, si torna sul mercato.
FONTE: LEGGO

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©