Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Leggo: Napoli, due alleati per lo Scudetto


Leggo: Napoli, due alleati per lo Scudetto
08/07/2011, 09:07

Uniti nella Triade per la sfida alle grandi. Il fronte di opposizione composto da tre patron: De Laurentiis, Pozzo e Zamparini sotto braccio e legati a doppio filo sul campo e al di fuori del terreno di gioco. Il patron dell’Udinese e quello del club siciliano sono disposti a tutto nel dare una mano al Napoli. Amici per la pelle con don Aurelio, Pozzo e Zamparini hanno deciso di stringere una Santa Alleanza a favore del club azzurro, nella lotta per lo scudetto. A rumore il mondo del calcio, ma il patto di ferro è stato già sancito e certificato dai discorsi dei due presidenti alleati di De Laurentiis: faranno quello che possono per girare al Napoli un paio di calciatori di primissima qualità, quelli necessari per il grande salto che potrebbe costare caro ai club che comandano, lo scudetto. Sanchez e Pastore i calciatori in questione e che fanno sognare i tifosi del Napoli, anche se al momento per le due star, Barcellona e Roma sono sicuramente avanti. D’altronde non sono chiacchiere, come ha svelato Giampaolo Pozzo, presidente dell’Udinese: «Aurelio ed io siamo amici e abbiamo ottimi rapporti. Ci siamo visti a Capri recentemente e lui mi ha fatto una proposta per Sanchez economicamente importante, è un’operazione difficile ma non impossibile. Intorno a Sanchez ci sono tante società interessate a lui. Sarà anche in confusione per tutte queste richieste, lasciamo che finisca in pace la Coppa America e poi vediamo. Sanchez ha ragione, se deve cambiare non sbaglia ad andare al Barcellona, però per ora non c’è nulla di concreto e siamo ancora lontani. Il Napoli? Ad Aurelio ho risposto che ne parleremo dopo la Coppa America. Stiano tranquilli i tifosi azzurri perché De Laurentiis ha grandi progetti». E poi Pozzo è il presidente che chiuse l’accordo per Quagliarella al Napoli nel 2009. Zamparini, che un anno fa cedeva Cavani agli azzurri, è ancora più chiaro su Pastore: "De Laurentiis me lo ha chiesto di recente e credo lo voglia ancora. E’ un interesse concreto e reale anche perché se andasse via uno dei tre gioielli, lì davanti occorrerebbe una alternativa. Il Milan non ha la precedenza su Pastore, rispetto alla società azzurra. E poi Pastore lo darei mille volte a De Laurentiis piuttosto che ad un club del Nord". In pole, comunque c’è la Roma, con quell’offerta da 25 milioni, più Lamela (ieri in Italia) in prestito, più il cartellino di Brighi. Ma se il Napoli lascerà andare davvero Lavezzi, tutto può accadere.

Fonte: Leggo

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©