Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Leggo: Napoli trema per Cavani


Leggo: Napoli trema per Cavani
20/07/2011, 10:07

Sogna la finale di Coppa America, il Matador costretto a restare ancora fermo per quella distorsione al ginocchio apparentemente di pochissimo conto rimediata nel girone iniziale della rassegna sudamericana, ma che ha messo in allarme l’intero ambiente azzurro in angoscia per il suo formidabile bomber.

Preoccupatissima Casa Napoli. Mazzarri e De Laurentiis, piuttosto agitati per l’infortunio subito dall’uruguagio, seguono momento per momento il giocatore, bloccato da Tabarez e dai medici della nazionale celeste dopo una perentoria nota della società di Castelvolturno, trasmessa a tambur battente. D’altronde non è difficile rendersi conto di tutto l’insieme: non è inimmaginabile che Cavani sia addirittura sotto stress per tutto quello che finora ha fatto, roba da record.Incredibili i numeri che dimostrano l’impegno del Matador.

Sono 58 le partite giocate dall’attaccante del Napoli, 47 con la casacca azzurra e 11 con l’Uruguay, così suddivise: 35 match di serie A, 10 partite giocate in Europa League e 2 di Coppa Italia. In giro per il mondo con la sua nazionale, Cavani ha preso parte ad 8 amichevoli, ad un’amichevole non ufficiale e a due match di Coppa America. Ecco perché quello lanciato dal Napoli è stato un vero e proprio un vero e proprio ultimatum: «Se Cavani non è a posto, non gioca», mentre il suo manager Claudio Anellucci alla vigilia della semifinale dell’Uruguay contro il Perù ha riferito di una situazione confortante: «Edinson sta abbastanza bene.

L’infortunio non è grave», tale però da indurre il medico della Celeste Alberto Pan a non concedere l’okay per rimandarlo in campo. Anellucci ha tra l’altro smentito le ipotesi di una cessione dell’attaccante al quale sarebbe interessato il Manchester Utd: «Non ho avuto contatti con nessun club italiano o estero. Quelle che circolano sono soltanto voci, non c’è niente di vero».

Anche Cavani si è rassegnato a stare fermo ancora, ma con una grande prospettiva condita da una speranza: «Conto di prendere parte alla finale, devo dare una mano alla mia nazionale», tra l’altro va detto che dopo l’eliminazione dell’Argentina e del Brasile dalla Coppa America, la squadra favorita per la vittoria finale, è proprio l’Uruguay di Tabarez, magari con i gol del nostro Matador Cavani. Fonte: Leggo.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©