Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Leggo:Rivoluzione Napoli, via Gargano, Yebda ...


Leggo:Rivoluzione Napoli, via Gargano, Yebda ...
13/06/2011, 10:06

l cantiere è aperto, in corso i lavori. In Casa Napoli c’è la rivoluzione: è quella che riguarda il settore più delicato della squadra, il centrocampo. Con un colpo di spugna è stato cancellato il reparto che in due stagioni consecutive ha spinto il team azzurro prima in Europa League e poi in Champions. Il rinnovamento del settore, nel nuovo progetto per la Grande Europa. Nei programmi del Napoli c’è la ristrutturazione totale del cuore della squadra, al fine di presentare qualcosa di diverso e soprattutto di più forte sul palcoscenico del football nazionale e continentale. La rivoluzione ha fatto e farà vittime illustri, mentre sul taccuino del ds Bigon sono spuntati e continuano ad affacciarsi i nomi dei potenziali nuovi centrocampisti azzurri, in quel settore tutto da rifondare: Inler dell’Udinese su tutti, ma anche Vidal del Bayer Leverkusen, Palacios del Tottenham, Palombo della Samp e Borja Valero, l’interno del Villarrreal che propiziò con i suoi lanci l’uscita dall’Europa League del Napoli e che costa una cifra blù. E ancora Dzemaili del Parma, Donadel della Fiorentina e buon ultimo lo slavo Pjanic del Lione. Sì, il Napoli ha voltato pagina completamente, chiudendo la porta alle sue spalle, dopo aver analizzato la situazione e deciso di procedere ad un rinnovamento totale. Smembrato su due piedi il vecchio tandem Pazienza-Gargano, con la partenza verso la Juve del mediano di San Giovanni Rotondo (presentato ieri). Gargano, c’è anche lui nella stazione Partenze, con destinazioni da definire tra Genoa, Borussia e Villarreal, mentre Hassan Yebda è sulle spine: si aspettava di essere riscattato dal Benfica dopo aver fatto benino nelle partite in cui Mazzarri lo ha chiamato in causa. Il Napoli ci sta pensando, così come è sulle spine Luca Cigarini, tornato a Napoli dopo una nuova stagione per niente brillante in Spagna. Potrebbe rientrare all’Atalanta, dove giocò prima di vestire l’azzurro. Da Casa Napoli non vorrebbe andar via il Principito Sosa, ma anche per lui il futuro sembra segnato. Si parla di un ritorno nella sua Argentina. Fine dell’avventura pure per Manuele Blasi. In Champions si parte daccapo.
fonte: Leggo

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©