Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Leonardo: "Se fossi un dirigente mi caccerei..."


Leonardo: 'Se fossi un dirigente mi caccerei...'
08/04/2011, 16:04

 E' un Leonardo autoironico quello che presenta la gara con il Chievo, improvvisamente diventata delicatissima dopo le batoste prese con Milan e Schalke 04 che hanno pregiudicato due dei tre obbiettivi stagionali. Il tecnico, che in molti danno al capolinea con l'Inter a fine stagione, esclude una permanenza in nerazzurro sotto altri ruoli: "A volte ho ancora una visione da dirigente anche nei miei confronti e a volte mi caccerei....ma è solo una battuta. Ma io sono arrivato qui per fare l'allenatore. Non ho mai avuto un progetto da dirigente all'Inter. Non c'è mai stato questo dubbio, quando finirà la mia avventura da allenatore all'Inter, finirà tutto".

Leo ribadisce: "Ho firmato fino al 2012, ma un contratto non mi ha mai legato alla società. Mi lega la voglia di fare, per me, da questo punto di vista, non è cambiato nulla. Io sono tranquillo e sereno, il mio rapporto con il presidente è chiaro. So che lui mi vede come dirigente da anni, ma quando smetterò di fare l'allenatore non ci sarà altro, è una scelta che ho fatto, è così. Dopo la sconfitta con lo Schalke, il presidente è stato molto bravo, io da dirigente non sarei stato così...".

Fonte: Larepubblica.it

Commenta Stampa
di Roberto Russo
Riproduzione riservata ©