Sport / Calcio

Commenta Stampa

Il Ct dell'Italia parla del caso Calciopoli

Lippi: nel 2006 opinione pubblica avrebbe escluso Cannavaro


Lippi: nel 2006 opinione pubblica avrebbe escluso Cannavaro
09/04/2010, 16:04

MILANO - Ad un soffio da Sud Africa 2010, scoppia un altro caso Calciopoli e c’è chi spera porti bene e chi sottolinea che, però, quest’anno dell’Inter in Italia non c’è nessuno (a differenza delle componenti della Juventus fondamentali per la vittoria azzurra nel 2006).
In ogni caso la speranza è l’ultima a morire e Marcello Lippi parla al sito ufficiale della Fifa e affronta temi caldi
"Se fossi stato costretto a tener conto dell'opinione pubblica, quattro anni fa avrei dovuto lasciare a casa giocatori come Cannavaro e Buffon. E avrei dovuto rassegnare le dimissioni". Chiaro e preciso il messaggio. Poi si sofferma sulla questione età media della squadra: "I Mondiali si giocano con 7 partite in un mese, non abbiamo bisogno per forza di una Nazionale di 24enni - spiega il ct -. La qualità di un giocatore non si giudica solo in base all'età o alle qualità tecniche. Se dovessi schierare questa squadra per un'intera stagione, probabilmente farei scelte diverse. Ma per un mese, non c'è problema".

Commenta Stampa
di Francesca Fortunato
Riproduzione riservata ©