Sport / Pugilato

Commenta Stampa

l’Italia esce di scena con un ottimo bottino dai XVI AIBA World Boxing Championships Baku 2011


l’Italia esce di scena con un ottimo bottino dai XVI AIBA World Boxing Championships Baku 2011
08/10/2011, 10:10

Baku (Azerbaijan) 22 settembre/10 ottobre 2011 - Dopo la qualificazione di Vittorio Jahin Parrinello e la medaglia di bronzo di Vincenzo Mangiacapre, a confermare il terzo posto è stato Domenico Valentino battuto nei 60 Kg. dall’ucraino Vasyl Lomachenko. Con la vittoria dell’inglese Joshua sul tedesco Erik Pfeifer l'olimpionico Roberto Cammarelle ha ottenuto di diritto il pass olimpico nei +91 Kg. e fa salire a sei, compreso Clemente Russo, la rosa dei qualificati azzurri. In un mondiale difficile un buon risultato per il Presidente della FPI Franco Falcinelli.

L’Italia scende definitivamente dal ring azero con un bottino di due medaglie di bronzo, nei 64 Kg. e nei 60 Kg., e ben cinque atleti qualificati a Londra 2012: Vincenzo Picardi (52 Kg.), Vittorio Jahin Parrinello (56 Kg.), Domenico Valentino (60 Kg.), Vincenzo Mangiacapre (64 Kg.) e Roberto Cammarelle (+91 Kg.). Un buon risultato considerando il livello di un mondiale che questa volta ha visto protagonisti molti atleti giovani, preparati e motivati più che mai a farsi strada nel ranking mondiale. Per ora la Nazionale Azzurra Elite partecipa alle prossime Olimpiadi con lo stesso numero di pugili che l’ha vista protagonista a Pechino 2008. Due le medaglie conquistate come ai Mondiali di Milano 2009 anche se di colore differente.

Dopo il caporalmaggiore Vincenzo Mangiacapre, che nei 64 Kg. è stato superato 16 a 7 dal forte brasiliano Everton Dos Santos, testa di serie n° 6 di categoria, a dover rinunciare alla corsa all’oro e quindi alla conferma del titolo iridato nei 60 Kg. è stato Domenico Valentino. L’azzurro, di Marcianise come Mangiacapre, del Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro e testa di serie n. 1 di categoria, ha dovuto cedere all'ucraino Vasyl Lomachenko per 17 a 11. L’olimpionico a Pechino 2008 e oro ai Mondiali di Milano 2009 nei 57 Kg., testa di serie n° 4 di categoria, è stato agevolato alla seconda ripresa, finita per 9 a 3, da un richiamo ufficiale subito da Valentino, che si era aggiudicato la prima sul punteggio di 4 a 3. L'azzurro ha tentato la rimonta nel terzo round finito però per 5 a 4 a favore di Lomanchenko. "Valentino ha disputato un buon match – commenta il DT Francesco Damiani – e nella prima ripresa ha iniziato nel modo giusto contro un atleta sicuramente forte ma anche un po’ scorbutico. Nella seconda in seguito al richiamo ufficiale Valentino si è fatto prendere un po’ dallo sconforto ma si è subito ripreso nella terza dove ha boxato come doveva. E’ sereno ed ha accettato la sconfitta dicendo che si rifarà sicuramente la prossima volta. Siamo quindi soddisfatti di questo mondiale. E’ stato molto impegnativo ma i nostri atleti non si sono mai tirati indietro ed il risultato di cinque pugili italiani qualificati a Londra 2012 ne è la conferma. Ora ci dedicheremo al percorso di avvicinamento alle Olimpiadi e cercheremo di prepararci al meglio".

Il quarto pass olimpico per l’Italia oggi è arrivato nei 56 Kg. a favore del caporalmaggiore Vittorio Jahin Parrinello, che accede a Londra 2012 di diritto avendo perso negli Ottavi di Finale, così prevede il regolamento, con uno dei due finalisti di categoria, il cubano Lazaro Alvarez che oggi in Semifinale ha battuto il tedesco Erik Pfeifer.

A chiudere in bellezza la giornata è stata la notizia della qualificazione nei +91 Kg. dell’oro di Pechino 2008 e agente di Polizia Roberto Cammarelle. Nei Quarti di Finale Cammarelle ha perso con uno dei due finalisti di categoria, l’inglese Anthony Joshua che da poco ha battuto per RSCI alla prima ripresa il tedesco Erik Pfeifer potendo così ambire all’oro mondiale.

"Oggi abbiamo ottenuto un risultato importante – commenta il Presidente della FPI Franco Falcinelli, impegnato a Baku nel ruolo di Chairman della Commissione Tecnica e del Regolamento AIBA – in quanto non è mai successo di qualificare ad un campionato del mondo ben cinque atleti. Un’impresa in cui sono riusciti in pochissimi. Con Russo siamo a quota sei azzurri qualificati e mi auguro di arrivare a sette in occasione del Torneo Europeo di Qualificazione Olimpica in programma ad aprile ad Istanbul e quindi di superare la spedizione di Pechino 2008. La partecipazione è qualitativamente buona. I nostri pugili sono tra i migliori al mondo. In questo campionato gli atleti di punta sono stati un po’ sottotono e di certo siamo rammaricati del fatto di non essere arrivati in finale ma bisogna tenere conto anche del fattore campo, fondamentale a livello emotivo. A Milano abbiamo giocato in casa e quindi è andata meglio. Un calo fisiologico poi ci può anche stare e l’importante è esserne consapevoli. I ragazzi hanno ammesso qualche carenza ma sia io, che il Team Leader Brasca, che i tecnici Damiani, Bergamasco e Coletta siamo contenti, anche del fatto di avere di fronte atleti maturi oltre che preparati. La motivazione olimpica è sempre più forte di quella mondiale e quindi siamo fiduciosi per Londra. Vorrei anche sottolineare il miglioramento degli arbitri-giudici in questo mondiale. I verdetti contestati sono stati rarissimi. Rimane da perfezionare qualche situazione ma nel complesso siamo soddisfatti". A giocarsi le qualificazioni a Londra 2012 sul ring di Baku è stato anche l’arbitro-giudice italiano Albino Foti, designato dall’AIBA.

 

Modalità di qualificazione a Londra 2012… Sulla distanza delle tre riprese da tre minuti ciascuna nelle dieci categorie di peso olimpiche (Kg. 46-49, 52, 56, 60, 64, 69, 75, 81, 91, +91), i migliori pugili Elite dei cinque continenti dovranno affrontarsi e passare il turno dei Quarti di Finale per aggiudicarsi il pass olimpico. Si qualificheranno a Londra 2012 i primi dieci atleti classificati delle categorie dei kg 46-49, 52, 56, 60, 64, 69, 75, 81, a partire dai quarti di finale ed i due pugili che hanno perso negli ottavi di finale contro i due finalisti, ed i primi sei delle categorie dei kg 91 e +91. Un’ampia possibilità di qualificazione per i nostri portacolori ma, considerando il fatto che dopo i Mondiali ci sarà un unico Torneo di Qualificazione Olimpica a livello Europeo che si svolgerà ad Istanbul dal 13 al 22 aprile 2012 e l'ottima preparazione degli atleti partecipanti a questo campionato, sarà una meta non facile da raggiungere.   

I numeri dei XVI AIBA World Boxing Championships Baku 2011… A mettersi in mostra in questo primo ed importante evento di qualificazione ai Giochi Olimpici di Londra 2012 sono ben 570 atleti, di età compresa tra i 17 ed i 34 anni, in rappresentanza di 113 paesi (20 per l’Africa; 23 per l’America; 26 per l’Asia; 40 per l’Europa; 4 per l’Oceania). Sono previsti 560 incontri.   

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©