Sport / Calcio

Commenta Stampa

A Milano si è spento l'indimenticato ct campione del mondo

L'Italia piange la morte di Enzo Bearzot


L'Italia piange la morte di Enzo Bearzot
21/12/2010, 13:12

Si è spento questa mattina a Milano Enzo Bearzot, indimenticato ct campione del mondo delIa nazionale di calcio del 1982. Bearzot, 83 anni, era gravemente malato ma non ha mai voluto rivelarlo. L’indimenticato ct ha guidato l’Italia dal 1975 fino al 1986, quando fu esonerato dopo il deludente mondiale messicano. La sua vittoria nella coppa del mondo vinta in Spagna nel 1982 è entrata nei libri di storia. Una squadra partita tra mille polemiche, entusiasmò tutti partita dopo partita e la finale vinta contro la Germania fu il culmine di un’ascesa fulminante. Un mondiale vinto meritatamente in cui spiccarono i talenti di Cabrini, Scirea, Gentile, Tardelli e Paolo Rossi. Epica la scena dello scopone con il presidente Pertini sull’aereo del ritorno in Italia dopo il trionfo.  La riconoscenza verso quel gruppo fantastico fu tra i motivi del fallimento dei successivi mondiali giocati in Messico. Gli azzurri non riuscirono a ripetersi e la sconfitta contro la Francia negli ottavi di finale di Messico 86 fu l’ultima panchina di Bearzot alla guida della nazionale italiana.

Commenta Stampa
di Massimo La Porta
Riproduzione riservata ©