Sport / Vari

Commenta Stampa

L’Italvolley Juniores Femminile torna a Cercola


L’Italvolley Juniores Femminile torna a Cercola
02/07/2011, 09:07

L’Italvolley torna a Cercola, questa volta lo fa con la Juniores allenata da coach Mencarelli che dal primo all’otto luglio sosterrà un collegiale a Cercola.

Le azzurrine non saranno sole, a fare da sparring la nazionale femminile del Belgio. Allenamenti e poi amichevole nel programma dell’evento che sicuramente susciterà attenzione ed interesse fra quanti amano lo sport sottorete.

Del resto la stagione 2010-2011 si era aperta ufficialmente con l’arrivo in Campania dell’Italvolley di Barbolini. Una delle ultime tappe prima dello sfortunato campionato del mondo. Questa volta invece sarà l’occasione per vedere dal vivo quelle che ci si augura siano le protagoniste del domani.

Del resto gli occhi della federazione sono sempre ben aperti non a caso al Trofeo delle Regioni in corso di svolgimento a Torino gli osservatori della nazionale sono lì pronti per scovare quanto di buono è prodotto dai vari vivai delle società italiane.

“Questo tipo di collegiali-spiega il selezionatore della nazionale Juniores Marco Mencarelli- sono test match a tutti gli effetti. Servono a prepararci al prossimo evento: il campionato mondiale Juniores che si terrà a fine luglio in Perù. Questi test ci dicono su che livello siamo e dove possiamo arrivare nella manifestazione che ci accingiamo a disputare”. Un pizzico di ottimismo non fa male e Mencarelli continua così: “Sicuro non è niente nello sport, però a noi ci collocano in fascia qualificazione”. Nella settimana di Cercola ci sarà spazio anche per sfidare il Belgio: “Questa squadra-attacca Mencarelli- rispetto all’Italia ha dei valori importanti. Ha anche vinto il titolo europeo pre-juniores. E’ una squadra che ha dei valori. A Napoli si vedrà un bello spettacolo”.

L’attenzione sul movimento è sempre alta: “Si, abbiamo una rete di osservatori regionali che a loro volta hanno degli osservatori provinciali. Poi abbiamo i selezionatori nazionali dei quali fa parte anche Pasquale D’Aniello con cui procediamo a fare lo screening del territorio. Anche le ragazze dello stage napoletano sono state scelte secondo questo criterio”.

Non mancherà il momento di formazione dedicato ai tecnici napoletani in programma il prossimo 5 luglio. Un momento importante per i tecnici campani che hanno l’opportunità di seguire le lezioni di tecnici appartenenti allo staff della nazionale: “Io sono cresciuto con una particolare sensibilità per tutto quello che è l’aggiornamento continuativo. Da allenatore non perdevo l’occasione di aggiornarmi ed ascoltare chi ne sapeva più di me anche se, a quell’epoca, gli aggiornamenti non erano necessari. Io facevo 15-16 corsi di aggiornamenti l’anno, quindi la sensibilità che ho verso questo settore è alta e sono disponibilissimo a mettermi a disposizione di chi ha bisogno di aggiornarsi. Farò il modo che ci sia il flusso massimo di trasmissione di esperienza fra quello che facciamo noi e quello che può essere utile agli allenatori che si accingono a intraprendere questo percorso ma anche per tutti quelli che svolgono un’attività periferica nella pallavolo. Ovviamente avremo un’attenzione particolare per quanti lavorano con le giovani”. Conclude il selezionatore Mencarelli. L’arrivo della nazionale Juniores in Campania è un’altra vittoria del comitato regionale della Campania diretto dall’avvocato Ernesto Boccia. Se non ci sono più società in grado di portare avanti il nome della Campania disputando la massima divisione, ci si consola con gli eventi messi su dal Comitato come le recenti finali nazionali under 14, il Trofeo dei Tre Mari e le visite delle varie nazionali.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©