Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

VERSO LE DIMISSIONI

Lo Monaco: Lascio Catania, poi mi guarderò intorno


Lo Monaco: Lascio Catania, poi mi guarderò intorno
23/04/2012, 13:04

"Mi ero virtualmente dimesso tre mesi fa" e dato "la disponibilità a lavorare per la società fino al 30 giugno" ma, per evitare "il gioco al massacro" e "porre fine a questa telenovela", sono "pronto a farmi subito da parte" Lo ha affermato l'amministratore delegato e direttore del Catania, Pietro Lo Monaco, incontrando i giornalisti nel centro sportivo Torre del Grifo, sostenendo che sulla vicenda ha "assistito a un autentico show da parte del presidente" della società, Antonino Pulvirenti.

"Il mio percorso al Catania si è concluso: provo un oceano di amarezza, ma non posso più restare a queste condizioni" perché "certe dichiarazioni del presidente Pulvirenti mi hanno ferito". Lo afferma Pietro Lo Monaco, annunciando che "domani presenterò la lettera di mie dimissioni" da amministratore delegato del Calcio Catania. Lo Monaco smentisce contatti con altre società: "Non ho mai parlato con alcuno, il resto sono chiacchiere mediatiche: dopo le dimissioni mi guarderò intorno".
LE PAROLE DI LO MONACO - "Mi ero virtualmente dimesso tre mesi fa, per motivi che non dirò ad alcuno - rivela Lo Monaco - dando la mia disponibilità a lavorare per la società fino al 30 giugno prossimo. Ma per porre fine alla telenovela che si è creata attorno a questa vicenda sono pronto a rassegnare le mie dimissioni subito, fermo restando che continuerò a lavorare per la società fino a giugno perché non la posso lasciare in bianco". L'amministratore delegato con i giornalisti parla anche del suo rapporto con il patron del Catania, Antonino Pulvirenti: "Ho assistito - sostiene - a un autentico show del presidente che aveva detto che mi ha preso lui a Acireale, e non che ero venuto io per mia libera scelta lasciando la serie A. Poi ha continuato a dire che aveva le idee chiarissime che era pronto a prenderne uno più bravo di me, ma questo - osserva Lo Monaco - è un gioco al massacro al quale non voglio più sottostare". "Il mio percorso al Catania si è concluso - ribadisce l'ad della società - provo un oceano di amarezza, ma non posso più restare a queste condizioni. Domani - annuncia - presenterò la lettera di mie dimissioni da ad del Catania. Certe dichiarazioni da parte del presidente mi hanno profondamente ferito. L'ho sentito dire che aveva già le idee chiarissime per il futuro e poi in privato e mi ha detto che non sapeva da dove cominciare. Il paragone con la ballerina di Siviglia è scandaloso per l'uomo e il professionista". Sul suo futuro Lo Monaco è tranciante: "Vi assicuro che non ho parlato con altre squadre e società. Mai, al di là delle chiacchiere che circolano sui media - garantisce - non avuto alcun contatto e ho sempre e solo lavorato per il Catania. Dopo le dimissioni comincerò a guardarmi intorno. Lascio la società in piena salute - chiosa Lo Monaco - sicuro che solo un demente potrebbe farla fallire".
FONTE: CORRIERE DELLO SPORT
PdM

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©