Sport / Calcio

Commenta Stampa

PARLA L'AGENTE

"Lucarelli non è un attore, discorso chiuso"


'Lucarelli non è un attore, discorso chiuso'
10/08/2010, 13:08

Cristiano Lucarelli una settimana fa era, in pratica, un nuovo giocatore del Napoli. C'era l'accordo su tutto. Addirittura il sito ufficiale del club azzurro aveva pubblicato la scheda con la carriera del calciatore. Poi, ieri, nel corso della presentazione del nuovo diggì Fassone, il presidente De Laurentiis tra la sorpresa generale, annunciava di non voler più ingaggiare Lucarelli. Veniva meno così "il regalo" promesso a Mazzarri. Ma cosa è successo in realtà? PianetAzzurro.it ha intercettato in esclusiva il procuratore di Lucarelli, Carlo PALLAVICINO, per fare chiarezza sulla vicenda. "A Cristiano non sono andati giù certi comportamenti e dichiarazioni del presidente del Napoli.  Sarà il nostro De Niro, è una persona simpatica, aveva dichiarato De Laurentiis, ma qui si parla di un calciatore importante, non di un attore. Dovevo solo recarmi a limare piccoli dettagli con Riccardo (ndr, Bigon)., poi, Cristiano mi ha stoppato dicendomi: lascia stare perché a parte Mazzarri, sono più io che spingo per andare a Napoli che loro. Uno come Lucarelli che ha segnato più di 200 gol in serie A non si può tenere a bagnomaria per oltre un mese. Già doveva venire a fare la panchina, poi deve essere anche trattato così: se lo vuoi, lo prendi e buonanotte. Cristiano ha una dignità!".

Anche Mazzarri ci sarà rimasto male, il mister azzurro pretendeva di avere con se il suo ex pupillo: "Si, è vero. I due si sono già sentiti. Il mister era molto rammaricato e dispiaciuto. Ma Lucarelli gli ha spiegato i motivi della sua scelta trovando anche la comprensione di Mazzarri".

Esiste ancora qualche possibilità di vedere Lucarelli a Napoli?"No, no! La storia è chiusa definitivamente!"

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©

Correlati