Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

SCRIVE ANTONIO CORBO

"Ma quale inesperienza! Napoli, servono difensori"


'Ma quale inesperienza! Napoli, servono difensori'
16/03/2012, 11:03

Non regge come motivo della sconfitta l’esperienza. Nel Chelsea corrisponde ad una età avanzata, 31 anni di media sono tanti. Se sono esperti i suoi giocatori perché anziani e quindi lenti, è altrettanto temibile l’inesperto Napoli per velocità e agilità dei suoi giovani. Doveva questa equazione favorire il Napoli: mai ha esibito invece la sua aggressiva rapidità contro i blandi ritmi dei compassati centenari del Chelsea.
Il Napoli in Europa, come spesso in campionato, paga la sua rigidità. Quanto è costato il monotono e ostinato sistema di difesa a 3? L’obiettivo di Mazzarri, per se stesso e per la squadra, dev’essere la flessibilità tattica. Leggere la partita e inventare varianti di gioco. Non hanno convinto due decisioni. Dopo l’infortunio di Maggio, era una soluzione scontata ma non vincente portare Zuniga a destra e inserire Dossena a sinistra. Meglio forse era convertire la difesa da tre a quattro con Campagnaro quarto a destra e inserire Dzemaili. Poteva essere un’idea. Per riportare più avanti la linea di centrocampo, oppressa dalla sapienza di Lampard. Ancora più perplessi lascia la gestione del 2-1: il Napoli doveva prevedere un caotico finale con traversoni e colpi di testa, aveva bisogno di giganti, ma ha lasciato in panchina Fernandez e Britos.
In gara sono diventati irresistibili i punti deboli del Chelsea: Ivanovic doveva essere attaccato e non subìto nelle proiezioni sulla sua corsia destra, come l’altro difensore David Luiz che non è un fulmine. Piuttosto che dedicare tre difensori per circondare Drogba senza successo, bisognava rafforzare le corsie per bloccare i traversoni. Né Dossena né Zuniga l’han saputo fare. Mai visti due esterni così rassegnati e dimessi.
L’esperienza non si acquista in campo, ma al mercato. Quanto hanno prodotto Victor Ruiz, Fideleff, Fernandez e Britos per ricordare qualche nome? L’attuale difesa regge con Cannavaro. Ma Aronica alla svolta dei 34 anni e Campagnaro dei 32 pongono la difesa come priorità del mercato. Uomini rapidi, autoritari e formula più elastica possono dare al reparto quello che a Londra è mancato. Si fa presto a dire: inesperienza.
FONTE: ANTONIO CORBO PER “REPUBBLICA”

PdM

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©