Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Malfitano:"Con Marino mai un Napoli così sereno"


Malfitano:'Con Marino mai un Napoli così sereno'
24/04/2010, 21:04

Nel corso di “Amore… Azzurro”, programma sportivo in onda ogni sabato dalle 11.00 alle 12.30 su Radio Amore, è intervenuto il collega de La Gazzetta dello Sport, Mimmo Malfitano. Ecco alcuni passaggi dell’intervista: “Qualche anticipazione di mercato? E’ una domanda da un milione di dollari. In questo momento le voci di mercato si susseguono, ma ora gli azzurri hanno ben altro a cui pensare. Marino continua ad indicare i futuri acquisti del Napoli? Non è facile per lui vedere un Napoli così in alto ed un ambiente così sereno, a differenza di quanto accadeva sotto la sua gestione. Evidentemente, non ha ancora digerito l’allontanamento da parte del Presidente De Laurentiis. Maxi Lopez?  Andava preso prima. Invece, in passato il Napoli dal mercato argentino ha pescato Navarro e Datolo. Lo Monaco è stato chiaro, dicendo che l’argentino non si muoverà da Catania. Lavezzi? Il Napoli deve sfruttare la sua vena realizzativa in queste ultime partite. Credo che il Pocho farà la differenza per portare il Napoli in Europa. Occorre che qualcuno imponga all’argentino di calciare, con maggiore frequenza, dalla grande distanza verso le porte avversarie. Tuttavia, non credo che sia l’attaccante da 15-20 goal che serve al Napoli del futuro. Ora è adattato in questo ruolo, perché al Napoli manca una prima punta. Il quarto posto è irraggiungibile? Il vero avversario degli azzurri credo che sia il Palermo. In questo momento vedo i rosanero favoriti. Le decisioni del giudice sportivo? Questa settimana sono stati presi dei provvedimenti inaspettati. Nel caso di Totti, si è pensato solo alla pena pecuniaria e non al provvedimento disciplinare. Invece, ad altre squadre sono stati squalificati giocatori importanti nel corso di questa stagione. Tuttavia, io sono sempre stato contro le crociate. Le decisioni del giudice sportivo possono essere criticate aspramente, ma ritengo che sia sbagliato avere dei pregiudizi, anche perché al termine di questa stagione non sarà solo Il Napoli a lamentarsi”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©