Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Maradona in Cina per benificenza non per allenare


Maradona in Cina per benificenza non per allenare
10/11/2010, 11:11

Non sara' Maradona il prossimo allenatore della nazionale cinese di calcio. Almeno, il pibe de oro, in Cina per beneficenza, per ora non ha avuto discussioni su questo argomento con i vertici della federcalcio cinese. Lo riferiscono fonti di stampa di Pechino, citando un portavoce locale del campione argentino di calcio. Diego Armando Maradona e' arrivato all'inizio del mese in Cina, invitato dalla Croce Rossa cinese, per sostenere una serie di iniziative benefiche, incontri e partite, per raccolte di fondi. La sua presenza in Cina, in un momento nel quale il calcio cinese sta attraversando il suo peggior periodo, contraddistinto da insuccessi sportivi (la Cina non si e' neanche qualificata agli ultimi mondiali di calcio in Sudafrica) e da arresti dei vertici e di arbitri per partite truccate, ha fatto pensare ad un suo coinvolgimento come nuovo tecnico della nazionale di calcio cinese. Tang Qinghui, portavoce in Cina dell'ex campione di Napoli e Barcellona, ha detto che il pibe de oro non si e' incontrato con nessun club cinese ne' tanto meno con i vertici della federazione di Pechino. Ad una domanda di un giornalista che gli chiedeva se Maradona potra' essere il prossimo allenatore dell'Iran, Tang ha detto di averlo detto al campione e di aver ricevuto da lui neanche una parola ma solo un sorriso. (ANSA)

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©